Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

Assemblea "Salviamo i b&b in puglia" a cura di "Ospitalità diffusa di Puglia"

Continua la mobilitazione dei B&B Pugliesi. Dopo la soddisfazione per il ritiro e la presentazione di un nuovo DDL di riordino, I B&B pugliesi restano impegnati per ottenere il migliorarne del testo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

 

Lo scorso 12 Maggio il Governo Regionale ha ritirato il precedente DDL di riordino dei B&B e ne ha ripresentato uno nuovo !!

UNA PRIMA SOSTANZIALE VITTORIA PER IL NOSTRO GRUPPO E LA NOSTRA ASSOCIAZIONE "OSPITALITA' DIFFUSA DI PUGLIA" !!!!!!!!!!!

Confermando quanto annunciato durante una riunione elettorale a Lecce la settimana precedente, la Godelli ha completamente rivisto la propria posizione, ha ritirato il precedente DDL e si è fatta approvare dalla Giunta un nuovo DDL.

Fin dalla prima ora, era il 12 dicembre scorso, avevamo evidenziato con forza quanto il vecchio testo del DDl fosse inaccettabile per la categoria, dannoso per il turista, insomma inadeguato per il sistema turistico pugliese.

Comincia ora una nuova fase in IV Commissione Consiliare della Regione Puglia, le audizioni delle Associazioni, le correzioni che si renderanno necessarie prime dell'approvazione definitiva.


Credo, preliminarmente, che sia opportuno esprimere tanta soddisfazione così come massima attenzione ed impegno per il lavoro che ci resta da fare.

Cogliamo un primo elemento di fondo di grande soddisfazione: se prima, si parlava sostanzialmente di chiudere i B&B; oggi, si parla di due profili di B&B, entrambi attivabili con una semplice SCIA, senza limiti pubblicitari, senza obbligo di residenza anagrafica, di valorizzazione dei prodotti tipici non pre-confezionati nelle colazioni.

Ora, a questi elementi positivi, frutto principalmente della nostra iniziativa di mobilitazione, si aggiungono elementi inaccettabili o incerti che andranno modificati durante l'iter legislativo.

E' inaccettabile la RIDUZIONE delle stanze e dei posti letto per i B&B non imprenditoriali che hanno fatto investimenti e sacrifici per ristrutturare o recuperare ed allestire location adeguate all'ospitalità tipica delle nostre genti.

Il sistema di classificazione, pur con delle novità interessanti, risulta insufficiente a cogliere la qualità dell'offerta di charme e le proposte eco-sostenibili.
 
Il sistema delle sanzioni rimane iniquo, vessatorio e assolutamente spropositato.
.
Il nuovo testo, altresì, prevede che i "B&B a conduzione familiare possano essere ........ concentrati in una sola unità immobiliare tranne che nei centri storici e nei Borghi storici o rurali; crediamo che la deroga debba essere estesa ai B&b che operano nei Comuni Turistici.

Durante l'Assemblea Generale del prossimo 18 Maggio avremo modo di confrontarci e definire il nostro testo di DDL che offriremo alla IV Commissione ovvero, visto che il nuovo DDL ha già ripreso molte delle nostre posizioni, potremo concordare il Testo degli Emendamenti da suggerire.
All'Assemblea parteciperà il Presidente della IV Commissione Regionale Aurelio Gianfreda.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assemblea "Salviamo i b&b in puglia" a cura di "Ospitalità diffusa di Puglia"

LeccePrima è in caricamento