Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce

“Aria sana e trasporti”, patto tra candidati sull’asse Lecce-San Cesario

Il centrodestra salentino si stinge attorno al consigliere provinciale Raffaele Capone, che cerca di diventare sindaco di San Cesario. Paolo Perrone a sostegno: "Se vinceremo, metteremo in campo un'amministrazione condivisa"

Perrone e Capone

SAN CESARIO DI LECCE Il cattivo tempo non ha scoraggiato i sostenitori e simpatizzanti il cattivo tempo di ieri sera, visto che la presentazione di Raffaele Capone, consigliere provinciale del Pdl, e candidato sindaco di San Cesario di Lecce con “Futuro in corso”, ha visto una importante risposta in termini di presenze, per l’avvio ufficiale della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale locale.

Una battaglia non facile, per tradizione, visto che il centrosinistra si conferma da ormai diverse legislature, ma la fiducia nell’ambiente è alta, per almeno due motivi: dapprima, la convinzione che, dopo una lunga fase di governo, oggi la coalizione di maggioranza uscente possa patire la voglia di “alternativa” dell’elettorato; d’altra parte, il quadro civico un po’ “spezzatino” ai nastri di partenza, con quattro proposte in campo e la recente frattura del Pd con l’Idv potrebbero garantire l’occasione giusta per ribaltare i pronostici.

E per dar man forte al consigliere provinciale, ci sono molti big del centrodestra salentino, a partire dal sindaco uscente di Lecce e in corsa per la riconferma, Paolo Perrone, che ha assicurato in caso di vittoria in entrambi i Comuni, una collaborazione proficua per la realizzazione di un collegamento pubblico stabile e frequente con l’ospedale Vito Fazzi ed il centro di Lecce, attraverso l’estensione del servizio di trasporto urbano del capoluogo; inoltre, un’amministrazione del quartiere Aria Sana condivisa al 100% con il Comune di Lecce, per uno sviluppo ed una riqualificazione della stessa che passi dalla realizzazione di servizi ed aree a verde comuni e dal sostegno alla nascita di attività commerciali e di servizi (a partire da una farmacia e da un asilo nido).

Ad aprire la serata, i consiglieri regionali Roberto Marti ed Erio Congedo, felici per la compattezza del centrodestra locale. Raffaele Baldassarre si è detto sicuro che la tornata elettorale segnerà il rovesciamento del “ventennale regime della sinistra nel paese” e si è detto pronto a dare la sua disponibilità nella realizzazione di uno degli obiettivi-chiave del programma di “Futuro In Corso” e di Raffaele Capone, ossia la costituzione di un “ufficio progetti-Reperimento risorse” per l’ottenimento dei fondi comunitari “colpevolmente perduti in questi anni”.

Il presidente della Provincia di Lecce e coordinatore provinciale del Pdl, Antonio Gabellone, ha tratteggiato un profilo di Raffaele Capone e delle sue doti di amministratore a Palazzo dei Celestini, che “hanno concorso al raggiungimento di tanti piccoli e grandi obiettivi in questi anni”. Ma l’intervento più atteso è stato proprio quello del candidato Capone, che ha illustrato i punti qualificanti del suo programma alternativo a quella che ha definito la “pessima amministrazione di questi anni che porta i nomi di Romano, di Girau e di Ciricugno”.

Tra le iniziative, l’apertura di uno “sportello comunale iniziativa economica” di supporto ai cittadinifoto6-4-2, soprattutto più giovani, che vogliano avviare un’attività di impresa; la riduzione o eliminazione Imu per le giovani coppie e sua modulazione in base alle dimensioni del nucleo familiare, le capacità reddituali e la presenza di disabili o anziani,  la promozione delle “Comunità Giovanili”, la ricerca di risorse e modalità per la riapertura dello storico “Cinema Gigante”, l’istituzione del servizio di raccolta differenziata “porta a porta”, per la cui mancanza “l’amministrazione Romano-Girau-Ciricugno è stata di recente commissariata dalla Regione”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Aria sana e trasporti”, patto tra candidati sull’asse Lecce-San Cesario

LeccePrima è in caricamento