settimana

Alcol, droga e furti: nel Casaranese scattano 17 denunce in pochi giorni

E’ il bilancio dei carabinieri della cittadina del basso Salento: posti di controllo e verifiche nei giorni tra il 20 dicembre e Natale

I carabinieri della compagnia di Casarano

CASARANO – Diciannove denunce in soli cinque giorni: è il bilancio dei controlli eseguiti dai carabinieri della compagnia di Casarano fra il 20 dicembre e il giorno di Natale. P.S., un 50enne di Parabita e Q.D.C., 49enne di Matino, risponderanno di spaccio di stupefacenti:: a bordo di una Citroen C3 sono stati trovati con 80 grammi di metadone e 5 compresse di Subxone. P.L., 60enne di Matino, deferito invece per omessa custodia di cose sottoposte a sequestro: è stato sorpreso alla guida della sua Fiat Multipla, posta sotto sequestro.

K.Z., un 21enne marocchino, residente a Casarano e ristretto ai domiciliari, non è stato trovato presso la sua abitazione al momento del controllo. Rintracciato in un secondo momento, dalle sue tasche è spuntato un coltello con una lama di 8 centimetri.  Due individui sono invece finiti nei guai per truffa in concorso. Si tratta di D.L.G:, un 44enne residente in provincia di Napoli e di M.C., coetanea di Scafati, in provincia di Salerno. I due sono stati scoperti dai militari di Ruffano: dopo aver  pubblicato un falso annuncio su Internet, relativo alla vendita di un motore per autovettura, hanno intascato mille e 342 euro da un 46enne di Cutrofiano, senza aver mai ricevuto la merce.

 D.S.G., un 19enne di Ruffano, è indagato per maltrattamenti in famiglia. Il ragazzino, dopo un diverbio col padre per futili motivi, ha mandato in frantumi alcuni oggetti in casa e gli ha lanciato un coltello da cucina, fortunatamente senza colpirlo. M.D., un 41enne di Alliste e M.C., 36enne del luogo, risponderanno del reato di furto: sono stati ritenuti i responsabili di un colpo ai danni del “Penny Market”. Nei guai per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere S.P., 46enne di Ugento: durante una perquisizione da parte degli uomini dell’Arma, è stato trovato con una mazza ferrata da baseball nella propria Fiat Punto. Un commerciante 41enne senegalese, residente a Lecce, è stato invece deferito per ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi: i carabinieri di Taurisano lo hanno sorpreso al mercato settimanale con vari capi di abbigliamento con marchi contraffatti.

Inoltre, in tre nei guai per guida sotto effetto di alcol. Si tratta di R.R., una 27enne di Matino, sorpresa al volante della Fiat Punto con un tasso di 1,95 grammi per litro. Stesso reato contestato a C.F., 39enne di Melissano, colto a Parabita anche lui alla guida di una Punto, con un tasso alcolemico pari a 1,1 grammo per litro. Idem per S.C., sempre melissanese, di 45 anni. L’uomo, alla guida di una Lybra, è stato sottoposto ad accertamenti e trovato con 1,40 grammi per litro di alcol.

Nei guai, per guida sotto effetto di droga, altri due automobilisti: R:R:, una 33enne di Collepasso e D.V.A. 20enne di Gallipoli, fermato a Casarano. Entrambi sono stati trovati sotto effetto di cannabinoidi e oppiacei. C.F., un 28enne di Casarano, invece, è finito nei guai per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti sanitari. Il conducente, alla guida della sua Opel Corsa, si trovava in condizioni psicofisiche alterate, ma non ha voluto eseguire i test. Una denuncia anche per un 29enne di Taviano. S.S. Il ragazzo, al volante di una Fiat 500 ha rifiutato i test. Stessa sorte per A.L.C., 22enne di Ugento, fermato a Collepasso. Si trovava alla guida di una Bmw, ma non ha voluto eseguire gli accertamenti medici imposti dai carabinieri. Quattro ragazzi, infine, sono stati segnalati alla prefettura di Lecce per uso non terapeutico di stupefacenti. La droga rinvenuta è stata sequestrata dai militari, guidati dal capitano Clemente Errico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcol, droga e furti: nel Casaranese scattano 17 denunce in pochi giorni

LeccePrima è in caricamento