La zona della stazione sotto i riflettori: fermati in due con 160 grammi di droga

Un 23enne e un 20enne nei guai per spaccio, nelle ultime ore, durante i controlli disposti dai carabinieri di Lecce

Un fotogramma estratto dai filmati.

LECCE – Lo zoom è puntato anche sulla zona della stazione di Lecce, con dei controlli avviati autonomamente, da giorni, dai carabinieri del comando provinciale di Lecce: due ragazzi in manette, nella serata di ieri, con l’accusa di spaccio di droga. Si tratta di Donato Giuseppe Camassa, 23enne del luogo e CAMASSA DONATO-2di Marcello Zuccaro, 20enne di Galatone: entrambi, disocuppati, sono stati trovati con quasi 160 grammi di “erba” da cedere agli acquirenti. Fermati al termine di una verifica, intorno alle 16 del pomeriggio di martedì, dai militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia leccese, guidata dal capitano Flavio Pieroni. Dopo un servizio fatto di pazienti appostamenti e osservazione dei movimenti sospetti dei due amici, gli uomini in divisa sono passati a un controllo.

ZUCCARO MARCELLO - Copia-2Hanno identificato i ragazzi e li hanno sottoposti a una perquisizione: addosso, la marijuana suddivisa in dosi e pronta per essere venduta nel mercato cittadino della droga. Avevano anche del materiale per il confezionament: il kit è stato posto sotto sequestro, assieme alle dosi di droga. I due, accompagnati in caserma per le formalità di rito, sono stati arrestati e poi ristretti ai domiciliari nelle rispettive abitazioni, du disposizione del pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica locale. Nel corso dei prossimi giorni, intanto, proseguiranno ulteriori verifiche, disposte dal comandante provinciale, il colonnello Giampaolo Zanchi, nell’intera area dello scalo ferroviario leccese.DROGA LECCE-5

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Balzata agli onori delle cronache locali per diversi episodi, la zona ha fatto discutere soprattutto nelle ultime ore. Dopo la maxi rissa terminata col grave ferimento di un individuo, che si è verificata in via Don Bosco due sere addietro, i riflettori di amministratori, cittadini e forze dell’ordine sono ora tutti orientati sul fenomeno. In diverse occasioni, infatti, l’area cittadina si è trasformata in teatro di violenti litigi, prostituzione e, soprattutto, spaccio di stupefacenti. Una preoccupante escalation di violenza, soprattutto alla luce della recente aggressione, che ha trascinato dietro di sè anche una serie di polemiche a sfondo politico. Nel corso della mattinata di oggi, peraltro, è stato convocato un tavolo negli uffici della prefettura, per discutere del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento