“Aveva un’aria felice e l’ho ucciso”. Confessa l’assassino del salentino

Un 27enne è il reo confesso dell’omicidio di Stefano Leo, 34enne originario del Leccese, da anni residente in Piemonte. Il fatto lo scorso 23 febbraio, a Torino

Il giorno dell'omicidio, a Torino (Foto da TorinoToday)

TORINO  - Salentino sgozzato in pieno giorno nel centro di Torino: l’assassino confessa e si consegna alle forze dell’ordine. “Aveva un’aria felice e ho voluto toglierlo ai suoi parenti”, ha raccontato ai militari dell’Arma.  Svolta, a un mese e mezzo dal tragico fatto di cronaca, avvenuto il 23 febbraio, sul Lungo Po. Stefano Leo, 34enne originario di Morciano di Leuca, residente a Biella e poi trasferitosi nella “Città dei quattro fiumi” dove lavorava presso un negozio di abbigliamento, prima di morire per motivi futili.

È stato infatti colpito da un 27enne, Said Machaouat, reo confesso nella giornata di domenica. Il giovane, marocchino di origini, è separato e senza lavoro da tempo.  Si è infatti presentato presso il comando provinciale dei carabinieri del capoluogo piemontese, per fornire i dettagli di quell’orribile giornata.

Un omicidio che sarebbe infatti scaturito da motivi praticamente inesistenti: uno sguardo di troppo dal quale sarebbe nata la zuffa. Poi è spuntato il coltello usato per colpire Stefano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (29)

  • Guai a parlar male dell'immigrato,rimane solo il silenzio.

  • nessuna manifestazione da parte delle t-shirt di colore rosso....???? evidentemente non c'è nessuna convenienza..... W L'ITALIA

  • Un trentaquattrenne (R.I.P) si fa mille chilometri per trovare un morso dì lavoro, invece trova la morte per futili motivi... Allora questo signore, molto "futilmente", andrebbe gettato agli squali... indipendentemente dal colore della pelle.

  • Verme

  • i regali che ci hanno lasciato i comunisti. grazie.

    • Ahahahah, fatti curare.

      • anche gli ospedali sono un regalo dei comunisti a pensarci bene.... ;-)

  • L’ennesimo straniero che acquisisce la cittadinanza italiana e si macchia di un gravissimo è inspiegabile delitto. Se verrà dimostrato che era insano di mente, sarà anche lui vittima di un disagio sociale, voluto da chi non vuole comprendere che è impossibile integrarsi con la cultura occidentale, tanto diversa e antitetica di quella islamica di provenienza. È chiaro che costui non è sano di mente, come non lo era quel Kabobo che a Milano uccise a colpi di piccone innocenti passanti e come probabilmente lo è anche l’Autista di quell’autobus pieno di ragazzini. Siamo arrivati al paradosso che il vero pericolo per noi occidentali è rappresentato proprio da questi ex stranieri, che hanno acquisito la cittadinanza italiana o vivono stabilmente da noi. Lo stesso problema accade nel resto d’Europa, (vedi gli ultimi attentati in Francia), ed è la prova del grave disagio che colpisce chi non riesce e non riuscirà mai ad integrarsi con il nostro modo di vivere.

    • Caro Diego: quindi, fammi capire, il problema è culturale o sanitario? E se è sanitario (malattia mentale), com'è che scatterebbe all'ottenimento della cittadinanza? E come mai nel Regno Unito i milioni di musulmani (tipo il Sindaco di Londra) non vanno fuori di cucuzza con la cittadinanza britannica...? Ma la vera domanda è: ha senso dire cose banali, false, infondate, mai basate sui dati, solo perchè internet ti consente di scrivere un commento?

      • Caro Cesare, il disagio degli immigrati non integrati non è una mia invenzione. Molti degli attacchi integralisti sono stati eseguiti da cittadini Francesi o con altre cittadinanze europee. Negare questo significa soddisfare il proprio egoismo ideologico ma ignorare la realtà. Le periferie delle grandi città sono zeppe di “mine vaganti”, ossia esseri depressi, insoddisfatti e pronti a compiere “follie” come queste, pur di gridare a tutti la loro sofferenza di cittadini di serie B o la loro ribellione ad un sistema di vita occidentale, che nonostante la loro nazionalità loro non accettano. L’esempio del Sindaco di Londra non fa testo, a fronte di questo Londra pullula di cittadini inglesi, ex immigrati, che vivono ai margini della societá inglese, in perenne disagio e insoddisfazione.

        • Chiedo scusa, ma questa risposta era per Cosimo Quarta

    • se non è sano di mente che senso ha scrivere tutto questo "papiello" intriso di ottusaggine, illogicità, e un "dozzinale" razzismo. gli "ex stranieri", una categoria per tutto ha lei.

      • ma dove non arrivate con il cervello gridate sempre al razzismo?

      • Non perdi occasione per darmi del razzista, dell’ottuso, del dozzinale, e dell’illogico. Forse perchè non seguo la tua logica? Ossia quella di un sinistroide, perennemente offuscato dai paraocchi ideologici e da una esagerata autostima, che affonda le proprie radici in un roboante NULLA! Fatti un esame di coscienza, se mai ce l’hai, prima di offendere le persone in maniera così triviale e gratuita.

  • Orrore puro

  • Il suo avvocato è gia al lavoro per infermità mentale

  • per i killer accertati al 100% pena capitale !

    • Quindi aboliamo i processi?

      • In Marocco crede che lo avrebbero processato? Probabilmente si, dalla folla, per poi essere impiccato subito dopo in piazza o un incrocio qualunque e nell'assoluta indifferenza dei passanti...

      • A cosa serve il processo in questo caso? Un delitto del genere... confessato tra l'altro... l'unica pena sarebbe quella capitale!

        • Un delitto è un delitto, non esistono delitti del genere e delitti del non genere, quindi o si aboliscono i processi sempre o mai, chi decide quali sono i debiti per cui non valgono e quali per cui invece valgono? Che tenerezza che mi fare. Alla prossima infrazione che vi notificano, e non sto parlando di delitto, non fate ricorso e non accampate diritti, accettatela e non difendetevi visto che non ci devono essere diretti di difesa.

        • ma si che cosa serve che ce frega, mmazziamoli tutti. buttiamola nel cesso la legge. Anzi mettiamolo su una piazza e chi passa può menargli fino ad ucciderlo, che ce frega della Legge noi. E se è un mitomane qualcuno? ma che ce frega ha confessato lapidiamolo. Tornate/andate a scuola.

      • Esatto

      • Si

        • Ok Frantic quindi andavano non processati anche. i tuoi amici ultras che tanto difendi? Niente processo e carcere direttamente.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Cronaca

    Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Politica

    Scintille in centro: solidarietà dalla sinistra, parole dure dalla destra

  • Politica

    Pizzarotti, il dissidente del M5S che ha conquistato Parma punta sull'Europa

I più letti della settimana

  • Oltre 1 chilo di cocaina, arrestato il fratello del boss del clan "Vernel"

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Assalto al furgone portavalori partito da Lecce: esplosi colpi di Kalashnikov

  • Far West vicino alla banca: spari in aria, rapinati 35mila euro

  • Perde il controllo, schianto sul muro: muore un uomo di 58 anni

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento