“Aveva un’aria felice e l’ho ucciso”. Confessa l’assassino del salentino

Un 27enne è il reo confesso dell’omicidio di Stefano Leo, 34enne originario del Leccese, da anni residente in Piemonte. Il fatto lo scorso 23 febbraio, a Torino

Il giorno dell'omicidio, a Torino (Foto da TorinoToday)

TORINO  - Salentino sgozzato in pieno giorno nel centro di Torino: l’assassino confessa e si consegna alle forze dell’ordine. “Aveva un’aria felice e ho voluto toglierlo ai suoi parenti”, ha raccontato ai militari dell’Arma.  Svolta, a un mese e mezzo dal tragico fatto di cronaca, avvenuto il 23 febbraio, sul Lungo Po. Stefano Leo, 34enne originario di Morciano di Leuca, residente a Biella e poi trasferitosi nella “Città dei quattro fiumi” dove lavorava presso un negozio di abbigliamento, prima di morire per motivi futili.

È stato infatti colpito da un 27enne, Said Machaouat, reo confesso nella giornata di domenica. Il giovane, marocchino di origini, è separato e senza lavoro da tempo.  Si è infatti presentato presso il comando provinciale dei carabinieri del capoluogo piemontese, per fornire i dettagli di quell’orribile giornata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un omicidio che sarebbe infatti scaturito da motivi praticamente inesistenti: uno sguardo di troppo dal quale sarebbe nata la zuffa. Poi è spuntato il coltello usato per colpire Stefano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento