menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auto danneggiata dai piromani.

L'auto danneggiata dai piromani.

Terzo raid incendiario per un avvocato: piromani colpiscono la sua auto

Presa di mira, per la terza volta in pochi mesi, la vettura del presidente del Circolo tennis di Lecce. I malviventi hanno dato alle fiamme la Bmw del professionista, nei pressi di Piazza Ariosto

LECCE - Nuova intimidazione a un avvocato leccese. Piromani hanno infatti colpito l’autovettura di Giuseppe Dell’Anna Misurale, legale 54enne e noto in città per il suo ruolo di presidente del Circolo tennis cittadino “Mario Stasi”. I malviventi, per la terza volta nel giro di alcuni mesi, hanno infatti dato alle fiamme la Bmw X5, danneggiata gravemente soprattutto nella parte posteriore. Del veicolo, che si trovava parcheggiato in strada, al civico 2 di via Giuseppe Parini, hanno mandato in frantumi il lunotto, per poi appiccare le fiamme. Sul posto, subito dopo e su richiesta della stessa vittima, i vigili del fuoco del comando provinciale per spegnere il rogo e avviare il sopralluogo.

Ai rilievi hanno anche preso parte gli agenti di polizia della sezione volanti, i quali hanno ascoltato il professionista, già destinatario di messaggi intimidatori simili, in passato.IMG_8533-2 A febbraio del 2016, infatti i piromani presero nuovamente di mira la vettura, stesso modello, facendo divampare il fuoco. A distanza di due anni esatti, inoltre, altro raid incendiario ai danni del professionista: i primi di marzo, infatti, ignoti hanno nuovamente cosparso di liquido infiammabile il mezzo del 53enne, per poi distruggerne la carrozzeria col fuoco.

Gli investigatori ora sono alla ricerca di eventuali indizi che possano evidenziare collegamenti fra i vari episodi o, quanto meno, gli ultimi due. Si cercano le videocamere di sorveglianza installate in tuta la zona: la vicina Piazza Ariosto, infatti, è dotata di diversi dispositivi per via della presenza delle attività commerciali. Attraverso i filmati, gli inquirenti sperano di risalire all’identità degli autori del gesto e al modello del mezzo usato per raggiungere su luogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento