Schizzi di olio bollente su una bambina di appena due anni: ricoverata con ustioni

L’incidente domestico prima di cena, in un’abitazione di Squinzano. Accompagnata d’urgenza al “Perrino” di Brindisi

L'ospedale "Antonio Perrino" di Brindisi.

SQUINZANO – Schizzi di olio bollente sul corpo di una bimba di appena due anni: disperata corsa verso l’ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi per la piccola. Il grave incidente domestico intorno alle 19,30 di oggi, a Squinzano, dove la bimba si trovava in compagnia della madre.

Per cause accidentali, la pentola contenente dell’olio si è rovesciata in parte, colpendo il corpo della bambina. Immediati i soccorsi da parte dei famigliari e poi il trasporto d’urgenza in direzione del pronto soccorso dell’ospedale brindisino, dove la piccola è stata affidata ai medici a causa delle gravi ustioni riportate. Si trova al momento ricoverata nel reparto di Pediatria, dove è tenuta sotto costante osservazione da parte del personale ospedaliero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le condizioni non sarebbero particolarmente gravi: gli schizzi di olio hanno infatti raggiunto la bimba sul fianco, bruciandole parte del braccio e della mano. Ma data l’età delicata, i medici agiranno con estrema prudenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento