Giovedì, 24 Giugno 2021
settimana

Pagamento del premio di produttività nella Asl: dietrofront dei sindacati

In sede di delegazione trattante con il nuovo direttore Narracci i sindacati hanno ottenuto il pagamento immediato di un acconto (60 percento) e liquidazione completa entro marzo

LECCE – Le organizzazioni sindacali, che avevano annunciato battaglia per ottenere il pagamento dei premi di produttività del 2016 che spettano al personale della Asl, fanno marcia indietro.

È stato quindi revocato lo stato d’agitazione e la mobilitazione prevista per questa mattina in via Miglietta in seguito ad un impegno strappato in fretta ieri ai vertici della direzione generale: nella busta paga di febbraio i dipendenti troveranno un acconto del 60 percento della quota di produttività del 2016.

L’intesa è stata raggiunta nel corso di un incontro convocato con carattere d’urgenza dai direttori Pastore, Sanguedolce e dal nuovo direttore generale Ottavio Narracci insieme ai segretari di Fp Cgil, Floriano Polimeno, Uil Fpl, Mario Riso, Fp Cisl, Fabio Orsini, Fsi Usae, Francesco Perrone, Fsi, Dario Cagnazzo, Rsu Asl, Antonio Piccinno.

I sindacati in sede di delegazione trattante hanno chiesto, e ottenuto, che il pagamento dell’intero saldo avvenga entro il mese di marzo 2018.

“L’incontro con il nuovo direttore generale è avvenuto in un clima positivo e risolutivo – commentano i sindacalisti -; Ottavio Narracci ha evidenziato la necessità di portare avanti un confronto sereno e serrato sulle problematiche legate all’applicazione di diversi istituti contrattuali”.

Le organizzazioni sindacali puntano su una fruttuosa collaborazione futura con i vertici della Asl, “nell’interesse sia della del personale impiegato, sia della Asl di Lecce che eroga servizi essenziali di assistenza sanitaria”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagamento del premio di produttività nella Asl: dietrofront dei sindacati

LeccePrima è in caricamento