menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Per zittire un cane lo ferisce a colpi di fucile: arrestato un 62enne

Un uomo di Porto Cesareo deteneva l’arma illegalmente, assieme a decine di munizioni. Non sopportava l’animale e ha deciso di “punire” la vicina

PORTO CESAREO – Infastidito, spara al cane della vicina con un fucile detenuto illegalmente: arrestato. Fiore Carrino, un 62enne di Porto cesareo, è finito in manette all’alba, con l’accusa di porto abusivo di arma e munizioni, maltrattamenti di animale ed esplosione di colpi di arma da fuoco. Sarà giudicato con procedimento per direttissima nel corso della giornata.

L’uomo, un agricoltore già noto alle forze dell’ordine, avrebbe esploso due colpi d’arma in direzione di un Golden retriever che vive nell’appartamento confinante, con la sola “colpa” di aver abbaiato. Ha così “punito” l’animale utilizzando un fucile calibro 16: lo ha colpito alla spalla sinistra, ferendolo. La padrona dell’animale, dopo aver sentito il colpo di arma da fuoco e il lamento, ha subito avvertito il 112. I militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina si sono messi subito al lavoro e allertato un veterinario per soccorrere l’esemplare di Golden retriever.

CARRINO FIORE-2Quest’ultimo, fortunatamente, è riuscito a salvarsi nonostante il colpo di fucile gli fosse stato sparato a distanza così ravvicinata, con i pallini di piombo conficcatisi all’interno. I carabinieri si sono presentati alla porta di casa dell’uomo e, dopo aver perquisito l’abitazione, hanno rinvenuto l’arma da fuoco utilizzata, con ancora il bossolo in canna oltre ad aver rinvenuto ulteriori 69 cartucce dello stesso calibro, il tutto illegalmente detenuto. Il 62enne è finito in manette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento