settimana

Scandalo del gasolio non raffinato: arrivano i primi risarcimenti

Dopo il caso dei guasti dovuti al carburante distribuito a dicembre, lo “Sportello dei diritti” comunica i primi rimborsi destinati agli utenti che hanno subito danni

Foto di repertorio

LECCE – L’azione collettiva intrapresa dell’associazione dei consumatori “Sportello dei diritti” comincia a dare i suoi frutti: i malcapitati automobilisti otterranno i primi risarcimenti. Lo fa sapere il portavoce dell’associazione, Giovanni D’Agata, promotore della class action nei giorni successivi alle prime segnalazioni di guasti agli impianti di iniezione dei motori diesel. A cavallo della fine dell’anno vecchio e l’inizio del nuovo, in tanti hanno infatti subito danni a causa del gasolio non correttamente raffinato, distribuito in moltissime pompe delle province di Puglia, Basilicata e Calabria e proveniente da una raffineria di Taranto.

“Come avevamo comunicato fin dalle prime battute, si trattava non di casi isolati, ma di un vero e proprio danneggiamento di massa come raramente se ne sono visti sul territorio nazionale. La causa dei danni a centinaia, forse migliaia di veicoli - che dopo il rifornimento di gasolio hanno manifestato difetti alle pompe di gasolio ed agli iniettori con arresto improvviso – per come confermato anche dalle dichiarazioni rese solo successivamente dai rappresentanti della compagnia petrolifera che gestisce la raffineria di Taranto si è appreso essere dovuta ad un problema di mixaggio per cui nel periodo indicato è stato fornito ai distributori un prodotto altamente inidoneo alla carburazione”.

Nella giornata di oggi, una delle compagnie assicurative che garantiscono un noto marchio di prodotti petroliferi ha concordato i primi risarcimenti in favore di alcuni utenti che si sono rivolti all’associazione dei consumatori dopo l’avvio di trattative per coloro che hanno aderito all’azione intrapresa. Una notizia che potrebbe spingere anche le altre vittime, quelle che fino ad ora non hanno segnalato guasti, a denunciare i disagi allegando la documentazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo del gasolio non raffinato: arrivano i primi risarcimenti

LeccePrima è in caricamento