settimana

Termina la fuga d’amore per i due fidanzatini: rintracciati nella stazione ferroviaria

Il 17enne di Gallipoli e la coetanea di Casarano sono stati trovati questa mattina, poco prima delle 9, nella sala d’attesa dello scalo leccese dalla Polfer

Foto di repertorio

LECCE – Una segnalazione all’Ufficio della Polizia ferroviaria ed è scattato un controllo immediato: òa coppietta avvistata per caso nella sala d’attesa della stazione era proprio quella scomparsa da alcuni giorni. Il 17enne di Gallipoli e la sua fidanzatina casaranese sono stati ritrovati questa mattina, poco prima delle 9, all’interno dello scalo leccese. Con un sospiro di sollievo non solo per le due famiglie coinvolte da vicino della "fuitina d'amore", ma per l'intera comunità salentina.

Alla richiesta della loro identità da parte delle forze dell'ordine, i due adolescenti hanno fornito i propri dati e l’agente ha avuto la conferma: si trattava dei due “ricercati”. Con ogni probabilità devono essere giunti a Lecce con un treno notturno: un’ipotesi che gli inquirenti stanno ora valutando. I due ragazzini sono stati infatti ascoltati in un primo momento negli uffici della Polizia ferroviaria, che hanno sede proprio a ridosso del primo binario.

Saranno raccolti tutti gli elementi utili e, al termine dell'ascolto, i ragazzini saranno riaffidati alle rispettive famiglie.  Il ragazzino si era allontanato dalla propria abitazione nel tardo pomeriggio di mercoledì: aveva portato con sé soltanto un telefono cellulare e una somma di circa 250 euro. Era plausbile pensare, sin dai primi istanti, che il 17enne fosse stato raggiunto dalla ragazzina, più giovane di qualche mese. Forse per salire assieme su un treno, su un bus, alla volta di chissà quale direzione. Una bravata senza conseguenze: i fidanzatini stanno bene e, tolte le severe ramanzine da parte dei genitori, faranno almeno trascorrere a questi ultimi una Pasqua più serena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termina la fuga d’amore per i due fidanzatini: rintracciati nella stazione ferroviaria

LeccePrima è in caricamento