Galatina

“In quella casa odore di marijuana”. Nei guai pizzaiolo col pollice verde

Un 32enne di Galatina è finito ai domiciliari: in casa, una vera e propria serra hi-tech

Il materiale sequestrato dai carabinieri

GALATINA – Finisce in manette il pusher di marijuana. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli hanno arrestato in mattinata Davide De Paolis, un 32enne di Galatina, con l’accusa con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio e coltivazione abusiva di sostanze stupefacenti. I militari lo tenevano sotto osservazione da tempo: da ormai qualche settimana è stato notato sempre più spesso in compagnia tossicodipendenti e pregiudicati del posto i quali, oltretutto, spesso sono stati a loro volta visti nei pressi o addirittura all’interno dell’abitazione di De Paolis.

Inoltre, da qualche giorno, più di un cittadino galatinese ha segnalato che, col cambiare del vento, uno strano odore, tipico della marijuana è stato avvertito nell’aria. All’alba, i militari hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’uomo dove, effettivamente, hanno trovato sei piante di marijuana all’interno di una serra che l’uomo aveva appositamente realizzato in una stanza dell’appartamento, della lunghezza di 120 centimetri circa ciascuna.De Paolis-2

Presenti nelle stanze, inoltre, anche un etto di sostanza stupefacente purissima da esse derivante ed in fase di essiccazione. Durante la perquisizione domiciliare, peraltro, i carabinieri hanno rinvenuto anche materiale per il confezionamento dello stupefacente. Notevole  “l’avanguardia” con cui il 32enne ha realizzato all’interno di una stanza dell’abitazione una vera e propria serra, che nulla ha da invidiare ai migliori vivai. Dotata di impianti di irrigazione, umidificazione, ventilazione e riscaldamento provvisti di timer e totalmente automatizzati. Pizzaiolo di sera e spacciatore di giorno, ha spiegato come “non avesse tempo” per dedicarsi manualmente alle piante, da qui l’esigenza di predisporre un vero e proprio vivaio hi-tech. Su disposizione del pm di turno, Emilio Arnesano, è stato condotto nella propria abitazione dove dovrà rimanere in regime di arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“In quella casa odore di marijuana”. Nei guai pizzaiolo col pollice verde

LeccePrima è in caricamento