Attesa per gli esiti neurologici: per un nuovo bollettino su Lele necessari giorni

Il chitarrista dei Negramaro è da lunedì in Rianimazione, la prognosi resta riservata. La Direzione Generale sospende le comunicazioni in attesa degli sviluppi del quadro clinico

Lele Spedicato è sullo sfondo del videowall al concerto di Lecce del 13 luglio.

LECCE – Fino a che non saranno più chiari gli esiti clinici sul piano neurologico, la direzione generale dell’Asl di Lecce non fornirà ulteriori comunicazioni sulle condizioni di Emanuele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro ricoverato da lunedì scorso presso l’ospedale “Vito Fazzi” a seguito di un malore causato da una emorragia cerebrale.

Nel quarto bollettino medico, diramato alle 15 di oggi, si parla di “condizioni stazionarie”. Il paziente, la cui prognosi rimane riservata, continua a essere costantemente monitorato dal personale del reparto di Rianimazione che segue l’evoluzione dei parametri vitali e “della grave patologia che lo ha colpito”.

Dopo il cauto ottimismo filtrato ieri con la diffusione del terzo bollettino – nel quale si scriveva che gli esami diagnostici avevano evidenziato un lento miglioramento nel contesto di parametri vitali considerati buoni – pare essere avviato il passaggio dalla fase emergenziale a quella delle valutazioni delle conseguenze innescate dall’emorragia. Per avere indiciazioni in questo senso, recita il bollettino "saranno necessari diversi giorni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

Torna su
LeccePrima è in caricamento