rotate-mobile
Ricoverati in codice rosso al “Fazzi” / Santa Rosa / Via Gabriele D'Annunzio

Si schiantano sul viale col ciclomotore rubato, altro scooter contro autocarro: tre feriti

Doppio incidente nel giro di poche ore a Lecce. Il primo, nella notte, all’altezza di Porta Napoli con due giovani di origini straniere coinvolti: sono gravi. Secondo sinistro questa mattina su via D’Annunzio

LECCE – Un bilancio drammatico e preoccupante quello che si evince dalle ultime ore nella viabilità leccese: nel capoluogo salentino, infatti, a stretto giro, si sono verificati due gravi incidenti che hanno portato a tre persone ferite, di cui uno sarebbe anche in pericolo di vita.

Il primo episodio è avvenuto nella notte, lungo viale dell’Università, dove due giovani, di origine tunisina, uno del 2004 e l'altro del 2005, che risiedono entrambi in una casa famiglia (uno a Copertino e l'altro a Lecce), si sono resi purtroppo protagonisti di un tremendo schianto: i due avrebbero perso il controllo di un ciclomotore, un Neo's 50 Yamaha (risultato rubato nel mese di giugno dai controlli successivi effettuati e di proprietà di un 43enne originario dello Sri Lanka), andando a sbattere prima contro il marciapiede centrale del viale e finendo contro un albero, nel tratto tra Porta Rudiae e Porta Napoli.

Il luogo dell'impatto dell'incidente di viale Università

Entrambi hanno riportato gravi ferite nell’impatto e sono stati prontamente soccorsi dalle ambulanze del 118, chiamate da alcune persone che si trovavano nei locali di zona, richiamate dal tonfo. I sanitari, dopo aver prestato le prime cure, hanno condotto i due feriti presso il “Vito Fazzi”, dove si trovano ricoverati in Rianimazione e sono monitorati dal personale medico: se le condizioni del passeggero, il 18enne, restano delicate, per via di diverse fratture riportate a partire da quella che ha interessato il bacino, ma non tali da metterlo in pericolo di vita, la situazione del guidatore 19enne appare più complessa per via di un brutto trauma facciale e di una grave emorragia cerebrale, effetto del terribile impatto. 

Sul luogo dell’incidente, i carabinieri del Norm si sono occupati dei rilievi e stanno provando a ricostruire l’esatta dinamica. Secondo una possibile ricostruzione, i due in scooter e, con ogni probabilità senza casco, stavano procedendo sul marciapiede centrale, quando avrebbero perso il controllo del mezzo, andando a finire contro l'albero e la recinzione in ferro che delimita l'aiuola: uno dei due sarebbe finito a qualche metro di distanza dal punto di impatto, restando cosciente, mentre l'altro, il conducente, sarebbe rimasto per terra sul posto, con lo scooter che gli sarebbe arrivato addosso. Non ci sarebbero né testimoni né telecamere che permettano di fornire qualche elemento in più alle indagini.   

Purtroppo la contabilità degli incidenti non si è fermata qui: attorno alle 6.30, infatti, in via Gabriele D’Annunzio, il secondo episodio in poche ore. Qui, infatti, uno scooter è andato a sbattere contro un autocarro Fiat Iveco, in circostanze ancora da chiarire. Resta da stabilire se il camion, al momento dell’impatto, stesse facendo manovra o fosse fermo.

Soccorsi in via D'Annunzio

Fatto sta che il conducente del mezzo a due ruote, un 21enne, dopo lo schianto, è finito disteso sull’asfalto scivolando verso un’automobile parcheggiata sul lato della carreggiata. Sul posto immediato l’intervento del 118, chiamato dallo stesso operaio che si trovava col camion: il giovane ferito è stato prontamente trasferito in ospedale, dove è stato ricoverato in Rianimazione e la sua prognosi resta riservata.

I rilievi e la ricostruzione dell’accaduto, invece, sono affidati agli agenti della polizia locale di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si schiantano sul viale col ciclomotore rubato, altro scooter contro autocarro: tre feriti

LeccePrima è in caricamento