Martedì, 15 Giugno 2021
Incidenti stradali Via Lupiae

Finisce con la moto sotto il cofano di un'auto: condotto al "Vito Fazzi"

Il ferito è un 49enne di Lecce. Non sembra che abbia riportato lesioni gravi, ma l'incidente è stato spaventoso. La conducente della Seat Ibiza ha dichiarato alla polizia locale di aver avuto la visibilità ostruita da una manovra scorretta di un camion

Foto LC.

LECCE – Con la moto è finito sotto un’auto. Un incidente spaventoso e per il quale Luigi Mazzotta, 49enne, dipendente del cinema multisala “Massimo” di Lecce, è stato condotto in ospedale con codice giallo. Non corre pericoli per la vita, ma ha riportato diverse lesioni ed è sotto osservazione medica.

L’uomo era alla guida di una Honda Transalp e da via Lupiae, poco dopo il comando provinciale dei carabinieri, si stava spostando in direzione di via Bari, quando, all’improvviso, s’è schiantato contro una Seat Ibiza. Questa, nel frattempo, aveva impegnato l’incrocio, provenendo da via Fornari e svoltando verso sinistra, per procedere lungo via Lupiae verso la sottovia. Sul posto, per soccorrere il ferito, sono intervenuti i sanitari del 118 a bordo di un’ambulanza, che l’hanno trasportato presso il “Vito Fazzi” di Lecce.

Per i rilievi si sono recati gli agenti di polizia locale della sezione infortunistica stradale. Al momento hanno acquisito soltanto la versione della conducente dell’auto, una donna di 71 anni di Lecce, che ha riferito di aver avuto la visuale ostruita da una manovra non proprio corretta attuata dal guidatore di un camion bianco. Per avvalorare ancor di più questa tesi, ora, occorrerà sentire ovviamente anche la versione del ferito, che sarà ascoltato il prima possibile.

20150724_192946-2Le conseguenze peggiori, per Mazzotta, sembra che siano state evitate da una circostanza: aveva tutti i poggiapiedi sollevati, sia quelli destinati al conducente, sia quelli per eventuali passeggeri. Questi, dunque, hanno funto da ponte, nella caduta, evitando che fosse schiacciato dal peso della moto.

Infatti, la Transalp (stando sempre alla testimonianza della donna, che sarebbe confortata in questo caso da alcuni segni sull’asfalto) avrebbe iniziato a piegarsi prima ancora dell’impatto. Segno, dunque, che il 49enne, accortosi dell’urto imminente, avrebbe tentato di evitare il frontale, non riuscendovi. Reclinatosi tutto a sinistra, è finito contro il cofano.

E’ pur vero che la dichiarazione della 71enne deve ancora essere confrontata con quella della vittima, ma la questione sollevata, della manovra pericolosa, non sarebbe comunque campata in aria. Effettivamente via Lupiae e dintorni sono fra le strade cittadine dove, proprio per l’ampiezza, si tende a effettuare svolte molto disinvolte o a parcheggiare in doppia fila o in punti vietati dalla segnaletica, provocando come conseguenza di diminuire la visibilità agli altri automobilisti. E infatti, gli incidenti stradali sono qui quasi all’ordine del giorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce con la moto sotto il cofano di un'auto: condotto al "Vito Fazzi"

LeccePrima è in caricamento