menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provoca un incidente a bordo di un’auto rubata e tenta la fuga a piedi

Un 31enne di Campi inseguito e acciuffato a Lecce dalla polizia locale, dopo aver fornito agli agenti anche false generalità

LECCE – Bene gli è andata che se la sia cavata “solo” con una denuncia a piede libero per una sfilza di reati: false dichiarazioni sull’identità personale, ricettazione (era alla guida di un’auto rubata), resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di sottoporsi agli accertamenti tossicologici. Tutto questo, dopo essersi allontanato dal luogo di un incidente stradale avvenuto in prima mattinata a Lecce.   

Si tratta di un uomo di 31 anni, di Campi Salentina, già noto alle forze dell’ordine, che intorno alle 9 si trovava a Lecce, lungo viale Leopardi, alla guida di una Hyundai Atos. Auto che, come detto, dagli accertamenti è poi risultata provento di furto, avvenuto ieri nella stessa Campi. Ebbene, dopo aver tamponato una Lancia Ypsilon condotta da una donna, il 31enne ha pensato bene di darsela a gambe. Questo è successo poco dopo l’arrivo della pattuglia di polizia locale, intervenuta per procedere ai rilievi del tamponamento sul viale, in direzione del sottopasso, all’altezza dell’ufficio postale, con danni piuttosto ingenti e la donna costretta al trasporto al pronto soccorso con un'ambulanza del 118, in codice giallo. 

Il 31enne, apparso in condizioni psicofisiche tali da far sospettare di essere sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, agli agenti ha dichiarato di essere sprovvisto, in quel momento, dei documenti, non sapendo riferire quali fossero le generalità del proprietario del veicolo di cui era alla guida e declinando solo le sue (in realtà, false). Dimostrando, soprattutto, di avere un'eccessiva fretta di allontanarsi dal luogo, tanto che, a un certo punto, si è davvero dato alla fuga, in direzione di piazza Ludovico Ariosto, costringendo gli agenti a rincorrerlo fino a via Maggiore Galliano, dov’è stato fermato e condotto presso il comando di viale Rossini.

Nel frattempo, da un controllo incrociato tra le banche dati della polizia locale di Campi Salentina e della questura di Lecce, si è appurato che il 31enne aveva fornito false generalità, non aveva mai conseguito la patente di guida e aveva diversi precedenti per reati quali maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio, furto, spaccio di stupefacenti e furto in abitazione. Sentito il pubblico ministero di turno, Luigi Mastroniani, l’uomo è stato denunciato a piede libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento