Scontro fra auto e bici, un volo di 10 metri. Muore infermiera 32enne

Tatiana Renna, di Cellino San Marco, aveva da poco vinto un concorso ed era domiciliata a Poggiardo. E' qui che l'incidente s'è verificato. Nulla da fare nonostante i soccorsi. Tasso alcolemico di 3.1, arrestato l'automobilista

POGGIARDO – E’ morta sul colpo dopo l’impatto, particolarmente violento, con un’autovettura. Tatiana Renna è spirata a soli 32 anni. La donna era di Cellino San Marco e aveva da poco preso domicilio a Poggiardo. Sorte amara, aveva vinto un concorso per lavorare nel 118. Ma quando i suoi colleghi infermieri e medici del servizio di emergenza sono arrivati sul posto, nei pressi del ristorante Tesoretto di Poggiardo, sulla strada provinciale che collega Maglie a Castro, ormai c’era davvero ben poco da fare.

La donna era in bicicletta. L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio. Stando ai primi accertamenti, svolti dai carabinieri dipendenti dalla compagnia di Maglie, stava attraversando un incrocio quando, all’improvviso, è rimasta travolta da un’autovettura Opel Corsa.

Alla guida c’era Fabian Palma, un 44enne di Poggiardo, rimasto illeso, ma, ovviamente, molto scosso. Lo scontro è stato tale che l’infermiera in bicicletta ha fatto un volto di una decina di metri. Il 44enne, intanto, è stato a sua volta condotto in ospedale, a Scorrano, per procedere agli accertamenti di rito e verificare l’eventuale assunzione di stupefacenti o alcool. E il risultato parla chiaro: 3.1 grammi per litro di alcool nel sangue. Un tasso particolarmente elevato. L'uomo è finito in arresto per omicidio stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento