menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla guida di una Punto tampona un trattore che si ribalta: paura sulla 274

L'incidente è avvenuto in serata all'altezza di Castrignano del Capo. Nell'auto un 74enne, il mezzo agricolo guidato da un 19enne

CASTRIGNANO DEL CAPO – Forse una distrazione, magari complice anche il buio. Poi, l’impatto, un tamponamento a causa del quale quel trattore che precedeva la sua Grande Punto s’è ribaltato, letteralmente coricandosi su di un fianco e invadendo un’intera corsia di marcia. E bene è andata se la vicenda s’è conclusa senza feriti gravi. La strada statale 274, dove l’incidente s’è verificato, ogni anno si erge alle cronache proprio per gli incidenti, in qualche caso anche fatali.

Questa volta tutto si è verificato all’altezza del chilometro 39+100, in territorio di Castrignano del Capo, con i mezzi che viaggiavano in direzione di Santa Maria di Leuca. Mancava poco alle 19 quando, all’improvviso, s’è verificato lo scontro fra i due veicoli. Il trattore era condotto da un ragazzo di 19 anni di Gagliano del Capo. A bordo della Fiat Grande Punto, invece, c’era un 73enne di Taurisano. Ed è stata proprio la vettura condotta da quest’ultimo, che si trovava dietro, a collidere sul trattore, fino a provocarne il rovesciamento.

L’incidente è stato molto scenografico e ha comportato inevitabili conseguenze per la viabilità, specie in questo periodo che precede di alcuni giorni il blocco totale previsto dal 24 dicembre, ragion per cui le strade sono tornate particolarmente trafficate per le ultime incombenze (e di conseguenza, sono aumentati anche gli incidenti). Ma, per fortuna, non ci sono state situazioni tali da provocare allarme per l’incolumità dei coinvolti. Sia il ragazzo, sia l’anziano, infatti, sono stati trovati in piedi dai soccorritori. Il primo è stato comunque portato in ospedale, al "Cardinale Panico" di Tricase, per accertamenti, ma le condizioni non dovrebbero essere gravi.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Tricase, con una squadra, operatori del 118, personale dell’Anas e carabinieri della Sezione radiomobile di Tricase. A questi ultimi, che hanno anche ascoltato diverse testimonianze (fra cui quelle degli automobilisti che si trovavano in coda, rispetto alla Grande Punto), il compito di ricostruire la dinamica nel dettaglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento