Mostre

Terzapagina. La pittrice leccese Gabriella Legno in Egitto con "Ashaliyah"

Dal 10 al 16 marzo, l'artista salentina parteciperà all'evento culturale internazionale di Luxor, nello spazio espositivo all'interno della galleria d'arte della biblioteca scientifica locale. L'opera è un acrilico su tela

Gabriella Legno

LECCE - C’è un muro di cristallo che spesso impedisce agli artisti salentini di valicare i limiti territoriali. Ma non è così per tutti, fortunatamente. E da oggi, 10 marzo, la pittrice leccese Gabriella Legno sarà in mostra in un importante luogo espositivo a testimonianza di una vitalità e di una coerenza di ricerca che riesce a trovare spazi di affermazione sempre più ampi, infatti, è solo di alcuni mesi fa la sua esposizione presso l’Agora Gallery di New York, con grande successo di pubblico e di critica (www.gabriellalegno.it ).

L’evento culturale internazionale “Torino Lecce Luxor; Un segno di amicizia e di pace” si terrà nella città di Luxor in Egitto presso la Galleria d’arte all’interno della biblioteca scientifica dal 10 al 16 marzo 2013. Tale evento è il risultato della collaborazione tra l’associazione culturale “Europa” di Torino e l’associazione culturale “Salento Silente” di Martano.

All’inaugurazione saranno presenti autorità culturali, il sindaco di Luxor, Ezzat El Sayed Borai, i consoli italiano ed egiziano, il preside della Facoltà delle Belle Arti Mohamed Oraby Faiade, Gianna Stomeo, presidente dell’associazione culturale Salento Silente.

La manifestazione vede la partecipazione di artisti egiziani ed italiani affiancati in un progetto comune. L’opera di Gabriella Legno partecipante all’evento è un acrilico su tela intitolata “Ashaliyah. Angeli tra cielo e terra” (significato del nome dell’angelo “Ashaliyah”: io conosco le vie che dal basso conducono in alto). L’opera dell’artista resterà in Egitto quale patrimonio della Pinacoteca della Facoltà delle Belle Arti di Luxor.

Gabriella Legno è nata a Lecce dove vive e lavora. Dal 1991 partecipa a rassegne nazionali e internazionali e attualmente è rappresentata da AgoraGallery - New York. Dopo varie esperienze legate al figurativo e al surreale si dedica all’astratto, forma che corrisponde appieno al proprio stile personale. I suoi lavori sono composizioni che sollevano e curano e che trascendono la generalizzazione. Forme geometriche diventano vive con una fantasia piena di anima e spirito e le composizioni pulsano di vivacità.

Attraverso i suoi lavori cerca di articolare e rendere visibile il dinamico ed eccitante mondo del non visto. Radicati nell’intangibile, i lavori sono trincerati di squisito formalismo e talento grafico prodotto da anni di studio. Ogni momento per l’artista è preghiera. Ella possiede un proprio segno cromatico vibrante e riconoscibile, dove ogni tratteggio è purezza, leggerezza e minuzia, suono e silenzio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. La pittrice leccese Gabriella Legno in Egitto con "Ashaliyah"

LeccePrima è in caricamento