menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio: l'ospedale di San Cesario

Foto di repertorio: l'ospedale di San Cesario

Artrite precoce e connettivite: attivo l'ambulatorio per la diagnosi precoce

Il servizio si trova presso l'unità di Reumatologia dell'ospedale di San Cesario. Si può accedere attraverso una prenotazione effettuata direttamente dal medico di Medicina generale o dallo specialista

LECCE – La diagnosi precoce, si sa, aiuta a evitare le peggiori conseguenze delle malattie. E questo  è particolarmente importante nel caso delle patologie infiammatorie e autoimmuni.

La Asl di Lecce ha voluto concentrare l'attenzione su due malattie in particolare, che potrebbero diventare invalidanti se non curate per tempo: l'artrite e la connettivite.

Così dal 1° febbraio è stato inaugurato un nuovo servizio per i cittadini affetti da queste patologie presso l'ospedale di San Cesario. L'unità operativa di Reumatologia, diretta da dottor Eugenio Quarta, ospita l'Ambulatorio delle connettiviti e delle artriti precoci.

Si può accedere all'ambulatorio attraverso una prenotazione effettuata direttamente dal medico di Medicina generale o dallo specialista per i pazienti per i quali si sospettano queste patologie.

Durante la visita, se ritenuto utile, sarà possibile eseguire esami strumentali come ecografie muscolo-tendinee o capillaroscopia.

Per prenotare la visita ai propri pazienti, i medici possono contattare direttamente l'unità di Reumatologia per telefono al numero 0832/215436 dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12; oppure scrivendo una mail all'indirizzo reumatologia.early@ausl.le.it, all'attenzione della dottoressa Antonella Grimaldi (Connettiviti), della dottoressa Laura Quarta e del dottor Eugenio Quarta (Artriti Early).

Le due patologie curate nell'ambulatorio

L’artrite è caratterizzata all’inizio da tumefazione a carico di tre o più articolazioni da più di 12 settimane (specie piccole articolazioni di mani, polsi o piedi), dolore notturno e rigidità mattutina al risveglio superiore a 30 minuti. Quadro che può evolvere verso deficit funzionali severi.

La connettivite si presenta spesso con fenomeno di Raynaud alle mani o manifestazioni sistemiche di pleuro-pericarditi e manifestazioni cutanee associate a positività autoanticorpi Ana. I pazienti, trattati precocemente in ambito reumatologico, presentano una migliore prognosi a lungo termine e vanno incontro a una migliore qualità della vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento