rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Uno strumento in più per la salute / Scorrano

Paziente con neoplasia allo stomaco: a Scorrano intervento con la tecnologia 3D

Una tecnica avanzata che permette una migliore pianificazione della chirurgia complessa e l’interazione con una ricostruzione tridimensionale dell’anatomia del paziente

SCORRANO - Una tecnica avanzata a servizio della salute e della sicurezza dei pazienti, per una migliore qualità degli interventi: nel reparto di chirurgia generale, diretto dal dottor Lorenzo Fracasso, dell’ospedale Veris delli Ponti di Scorrano, si fa strada la tecnologia 3D, sperimentata per la prima volta con successo in una delicata operazione a cui è stato sottoposto un paziente con neoplasia allo stomaco.

L’intervento è stato eseguito con l’ausilio di un device, che, ricorrendo appunto alla tecnologia 3D, permette di pianificare e gestire interventi di chirurgia complessa, permettendo al medico di interagire con la ricostruzione tridimensionale dell’anatomia del paziente e ottenere una migliore percezione visuo-spaziale durante l'intervento.

Un “modello” che permette una ricostruzione anatomica tridimensionale e patient-specific, estremamente precisa e fedele, che viene utilizzata dal medico chirurgo e dalla sua équipe per l’elaborazione di un piano di intervento ottimale: l’organo interessato dalla patologia viene riprodotto, anche nel rapporto con gli organi attigui e con le strutture vascolari linfatiche e nervose; per questo, il chirurgo può simulare l'intervento prima di entrare in sala operatoria, per poi ripercorrere tutti i passaggi pianificati, attraverso l’uso ricombinato delle ricostruzioni tridimensionali.

Un mezzo che rende gli interventi sempre più̀ sicuri, conservativi e mininvasivi: “L’utilizzo di questo approccio – dichiara il direttore sanitario dell’Asl Lecce, Roberto Carlà - coniuga al meglio l’esperienza e la professionalità dei nostri operatori con l’intelligenza artificiale e le tecnologie di ultima generazione, all'interno di un lavoro di squadra e multidisciplinare. Siamo orgogliosi di poterne beneficiare nell’ospedale di Scorrano, per migliorare la qualità delle cure e supportare la crescita dei giovani medici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paziente con neoplasia allo stomaco: a Scorrano intervento con la tecnologia 3D

LeccePrima è in caricamento