rotate-mobile
Scuola

La scuola ricomincia anche in ospedale: al “Fazzi” lezioni per i piccoli degenti

Gli alunni e le alunne costretti a ricorrere al servizio sono in condizione di lungo degenza, Day hospital e Day hospital continuativo

LECCE – Parte anche per loro, costretti a non poter rivedere i compagni nelle proprie scuole.  Al via, oggi, il dodicesimo anno della scuola in ospedale per bambini e ragazzi degli istituti di primo e secondo grado ricoverati al “Vito Fazzi “di Lecce. Sono coinvolti i reparti di Pediatria, Chirurgia pediatrica, Oncoematologia pediatrica, Ortopedia, Oculistica, Reumatologia e Immunologia pediatric, il Centro per la cura e la ricerca sui disturbi del comportamento alimentare del Dipartimento di salute mentale.

La " Scuola in ospedale” è stata istituita dall’Ufficio scolastico regionale assieme alla Asl Lecce per garantire il diritto allo studio, la continuità didattica e il benessere psicofisico dei piccoli degenti. Nella primaria e la secondaria di primo grado - che lo scorso anno ha coinvolto 180 studenti - sono impegnati sette docenti. Oltre a seguire i protocolli istituiti dal Ministero della Salute e dal Ministero della pubblica istruzione sulla continuità formativa ed educativa, la Scuola in ospedale del Fazzi dedica attenzione sia ad arte e musica, sia alla pratica alle discipline di area matematico-scientifico- tecnologica.

“La Scuola in ospedale è per noi motivo di grande orgoglio, perché non rappresenta soltanto un percorso di continuità didattica: questa scuola, qui, nei luoghi di cura e ricovero per piccoli pazienti, è palestra di benessere psicofisico, una finestra luminosa spalancata sul mondo. È inoltre emblema di umanizzazione delle cure, tema a noi molto caro, potremmo dire la bussola del nostro agire. Ringrazio tutti coloro che a vario titolo rendono possibile questo progetto con cui ambiamo a lenire sofferenze e paure e coltivare al tempo stesso il diritto allo studio, alla salute e alla felicità" ha commentato il direttore generale Stefano Rossi.

Sio 3

In vista del nuovo inizio, la "Scuola in ospedale" del presidio sanitario leccese ha ricevuto due importanti riconoscimenti.  Il primo è un corto animato “Cerottino e altre storie”, realizzato dagli alunni della "Scuola in sspedale" di Lecce, assieme a Bari e Foggia,  selezionato alla 39esima edizione del “Festival cinema in Ospedale”. Il secondo consiste in un video che sonorizza un testo scritto da un’alunna di seconda media per il concorso del Gemelli di Roma dal titolo “Un ospedale con più sollievo” che ha anche ricevuto una lettera di plauso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola ricomincia anche in ospedale: al “Fazzi” lezioni per i piccoli degenti

LeccePrima è in caricamento