rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
social

Formula Sae, 65 università competono: ottimo risultato per il Salento racing team

La manifestazione si è svolta recentemente a Varano De' Melegari (Pr). La sfida adesso sarà migliorare la macchina per competere con le prime cinque al mondo

PARMA - Ha superato tutte le prove statiche nella competizione della Formula Sae Italy a Varano De' Melegari, in provincia di Parma, la vettura a combustione del "Salento racing team (Srt)", il gruppo di studenti dei dipartimenti di Ingegneria dell'innovazione e Scienze dell'economia dell'Università del Salento che progetta e costruisce veicoli di Formula Student.

"Un traguardo per questa edizione e il punto di partenza della prossima - commenta il presidente dell'associazione Graziano Natalini - La sfida adesso è migliorare la macchina per competere con le top five mondiali presenti alla futura competizione. Sono davvero emozionato per il riconoscimento ottenuto. La mia dedica va alle persone che, giorno dopo giorno, dimostrano sempre maggiore fiducia nel progetto Srt".

La competizione si è svolta nei giorni scorsi presso l'autodromo "Riccardo Paletti" tra i team di 65 università di tutto il mondo. Quello salentino ha gareggiato nella classe 3 con un progetto di prototipo full electric ("E-Srt") e nella 1C con una vettura a combustione ("Phoenix"). Quest'ultima ha completato le prove statiche superato le ispezioni tecniche, il tilt test che verifica l’eventuale perdita di fluidi, e i test su sistema frenante e del rumore del motore.

La vettura a combustione è stata una delle unidici a superare tutti i test necessari e a scendere in pista, prendendo parte alla prova dinamica dell'endurance test sul tracciato delineato.

Team al lavoro. Foto facebook di Università del Salento

"Il confronto con giudici ed esperti provenienti da aziende come Dallara, Pirelli e Maserati è stato essenziale per la crescita umana e professionale di tutti i 37 membri Srt coinvolti nella gara - continua a raccontare Natalini -  Raggiungere quest’anno la metà della classifica generale, sfidando le altre università italiane ed estere, è un punto di partenza che ci ha permesso di comprendere i margini di miglioramento esistenti. L’obiettivo è ora continuare a lavorare secondo i preziosi consigli avuti e tornare in competizione il prossimo anno con una proposta ancora più competitiva».

Anche il prototipo della vettura elettrica "E-Srt", presentato per la prima volta, ha ottenuto ottimi risultati nelle prove statiche, conquistando il secondo posto per il "Business plan presentation event" e il quarto posto per il "Cost Event". "Sii tratta di due prove di natura economico-gestionale del prodotto ingegneristico - spiega Martina Miri, capogruppo delle risorse umae e business del Salento Racing Team - che hanno dimostrato la maturità del gruppo in un consapevole controllo dei costi e nella conduzione di efficaci stime di guadagno, affiancati a un adeguato utilizzo delle strategie di management, marketing aziendale e sostenibilità ambientale".

Altro successo è il premio attribuito a Graziano Natalini da Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica): una somma in denaro e un tirocinio di nove mesi, per il miglior documento che descrive la normativa Ue in materia di omologazione dei veicoli (il documento è stato prodotto immaginando di dover omologare l’auto Fsae Italy).

"Quello che abbiamo dimostrato qui a Varano è lo spirito e la determinazione di un team che non molla mai - conclude il team leader Angelo Cecere - Alla nostra prima prova e con non poche difficoltà, abbiamo presentato ai giudici e agli ispettori tecnici due progetti al pari di altri team e università di consolidata esperienza. Emozioni uniche durante la prova Endurance, che riassumono il rapporto con ogni membro, la passione e il sacrificio attorno al nostro progetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formula Sae, 65 università competono: ottimo risultato per il Salento racing team

LeccePrima è in caricamento