Mercoledì, 29 Settembre 2021
Casarano Casarano

In ospedale col dito bloccato dall'anello, chiamati i vigili del fuoco

E’ accaduto a un 26enne di Neviano. E’ giunto a Casarano: gli infermieri sono dotati di taglia anelli, ma non per l’acciaio

CASARANO – Un ragazzo giunge in ospedale col dito annerito: l’anello in acciaio, che aveva ormai addosso da diversi giorni, ha rischiato di provocargli conseguenze serie. E’ accaduto nei giorni scorsi, presso il pronto soccorso del “Francesco Ferrari” di Casarano. Un 26enne di Neviano, infatti, è stato affidato al personale sanitario quando aveva ormai l’anulare annerito dal blocco della circolazione sanguigna.

Il personale ospedaliero, dotato di tronchesine e taglia anelli utili per argento e oro, non era attrezzato anche per una lega poco duttile come l’acciaio. Si trattava di un caso in cui il rischio estremo era quello della perdita del dito: la situazione era davvero critica. Ecco perché il medico del pronto soccorso ha avvisato il collega ortopedico reperibile, oltre all’infermiere di reparto.

Si è quindi ritenuto di contattare Salvatore De Gabriele, responsabile del reparto di Ortopedia del “Ferrari”, il quale ha invitato a non compiere alcun atto che potesse compromettere la vitalità del dito e illustrando come, nella situazione in questione, fosse necessario avvisare i vigili del fuoco.

Si tratta di una procedura pianificata, in ambito scientifico, anche se ancora non è nota a tutti. Serve proprio per evitare che gli operatori, di fronte a casi del genere, adottino soluzioni estemporanee. Fra l’altro, se n’è discusso proprio a Lecce, in un recente convegno con chirurghi della mano provenienti da Napoli, che hanno portato le loro esperienze, citando un caso persino peggiore, quello di un arto incastrato in un macina-carne che era stato possibile liberare solo grazie ai vigili del fuoco.

Ed è quindi stata eseguita la stessa procedura a Casarano: avvisati i vigili del fuoco, questi ultimi, sempre sotto supervisione medica, sono riusciti a liberare il dito da quel pericoloso anello, con delle operazioni delicate eseguite tramite una flessibile a caldo. Al termine dei soccorsi, il 26enne è risultato fuori pericolo.  

NOTA: versione aggiornata il 13 agosto con una descrizione più dettagliata e rigorosa dei fatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In ospedale col dito bloccato dall'anello, chiamati i vigili del fuoco

LeccePrima è in caricamento