Casarano

Progettazione per turismo e cultura: fondi europei per Sud Salento e Arco Ionico

Le proposte presentate dai Comuni di Nardò e Casarano, come capofila, si sono piazzate al primo e all'ottavo posto della graduatoria del Mibact

La sede del Comune di Nardò.

NARDO'/CASARANO - In arrivo fondi europei per sostenere i costi di progettazione di inziative per la valorizzazione culturale. A beneficiare dello stanziamento di 300mila euro ciascuna, saranno la proposta "Arco Ionico" presentata dal Comune di Nardò alla guida di una rete di amministrazioni che comprende anche Gallipoli a la zona ionica, e quella "Sistema Culturale Integrato del Sud Salento" promossa dal Comune di Casarano come capofila di un gruppo che include il Capo di Leuca ma anche la Grecìa Salentina.

Si tratta di porzioni di territorio molto ampie: il bando del Ministero dei Beni Culturali, redatto in collaborazione con Anci per complessivi 5,6 milioni di euro, prevedeva infatti come condizione l'aggregazione tra enti locali o comunque una popolazione di almeno 150mila abitanti. Destinata a cinque regioni . Puglia, Sicilia, Calabria, Campania e Basilicata -, la misura ha visto il via libera per 19 proposte, sette delle quali pugliesi: quella di Nardò si è piazzata al primo posto, quella di Casarano all'ottavo. 

In pratica si tratta di fondi europei finalizzati a progetti strategici per aree vaste, al fine di evitare la frammentazione che esiste anche tra zone contigue e che impedisce di accedere pienamente ai finanziamenti disponibili nel comparto. Uno dei requisiti richiesti era la capacità di mettere in connessione il patrimonio culturale con le altre risorse identitarie del territorio e con le attività produttive e alla rete di servizi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progettazione per turismo e cultura: fondi europei per Sud Salento e Arco Ionico

LeccePrima è in caricamento