menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scuola colpita nella notte (Foto di F.D.M.)

La scuola colpita nella notte (Foto di F.D.M.)

La notte d’oro dei ladri. Svaligiano scuola, tornano in Comune e fanno razzia di borse

Malviventi hanno preso di mira la scuola di via Amalfi, a Casarano: servendosi della fiamma ossidrica, hanno portato via una settantina di apparecchi, tra tablet e pc. A Taurisano hanno provato a perpetrare un colpo nel municipio, e 24 ore prima hanno messo a segno un piccolo furto in un'altra scuola. A Galatina, svaligiato il negozio di borse e accessori

CASARANO – L’imperativo è svaligiare. Di tutto. Le razzie diventano la regola alla quale i cittadini stanno per soccombere. Continua l’ondata di furti, tentati e riusciti, negli edifici pubblici e negli esercizi pubblici  del Salento. Un maxi colpo è avvenuto, nella notte, ai danni della scuola elementare di via Amalfi, a Casarano. Ma i ladri hanno agito anche in un negozio di accessori a Galatina, e ne municipio di Taurisano dove, peraltro, soltanto 24 ore prima avevano preso di mira un altro istituto scolastico.

I malviventi hanno manomesso il sistema di allarme dell’istituto comprensivo “II Polo” della cittadina del basso Salento. Una volta fuori uso l’antifurto, hanno agito indisturbati. Si sono introdotti nelle aule e d è partita la razzia: con la fiamma ossidrica hanno aperto la cassaforte e hanno portato via circa una settantina di dispositivi tecnologici tra computer e tablet, per un valore in fase di precisa quantificazione

L’inventario non è stato, infatti, ancor ultimato, ma l’importo del danni si aggirerebbe attorno a diverse migliaia di euro.  Sul posto, per i rilievi, i carabinieri della compagnia casaranese, diretti dal capitano Aniello Mattera. Un collaboratore scolastico, una volta scorto l’accaduto, ha allertato i militari. Questi ultimi stanno eseguendo una serie di verifiche per chiarire se vi siano tracce utili del passaggio della banda, più simile a quello di un’invasione barbarica, che a che a quello della visita di ladri “gentiluomini”. 

Nella vicina Taurisano, non è escluso siano stati gli stessi individui, hanno asportato le monete della macchina erogatrice di vivande all’interno del municipio. La sede comunale era stata già saccheggiata di recente, tanto che la comunità ha chiesto l’intervento dell’amministrazione e l’installazione di videocamere di sorveglianza.

I malviventi, peraltro, la notte precedente hanno “ripulito” anche un’altra scuola del posto, quella sulla via che conduce a Ugento. Dopo aver infranto il vetro di una finestra, si sono impossessati delle monete contenute nel cassetto dell’apparecchio- frigo che contiene le bevande.  Pochi spiccioli. Sui due episodi indagano gli agenti del commissariato locale, guidato dal vicequestore aggiunto Salvatore Federico.

E non è tutto. Nelle ultime ore, i malviventi hanno anche svaligiato il negozio “Dolly” di Galatina, specializzato nella vendita di accessori in pelle. Dopo aver infranto la vetrata servendosi di un bastone, quattro ladri, tutti travisati fino ai capelli, hanno arraffato una cinquantina di borse dall’esercizio, sebbene il sistema di allarme si sia immediatamente attivato, richiamando la pattuglia dell’istituto di vigilanza.

 I ladri sono fuggiti con il bottino, che si aggirerebbe attorno ai 4mila e 500 euro, a bordo di un’auto station wagon, il cui modello non è ancora stato identificato. Le videocamere di sorveglianza hanno ripreso la sequenza della scena: i filmati sono nelle mani degli agenti di polizia del commissariato galatinese, guidato dal vicequestore aggiunto Giovanni Bono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tregua domenicale, 584 i casi positivi. Lopalco "sfiduciato" dalla Lega

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sicurezza

    Il vapore: ecco come pulire la casa

  • Sicurezza

    Odori in cucina, ecco come eliminarli in modo naturale

  • Economia

    "Il nostro lavoro non è un gioco": la protesta di acconciatori ed estetisti

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento