Domenica, 25 Luglio 2021
Casarano

Tentata estorsione all'ex sindaco di Casarano, a processo un 51enne

A giudizio Giovanni Memmi. In un'occasione avrebbe anche aggredito l'ex primo cittadino, Remigio Venuti. Ed avrebbe cercato nel tempo di farsi consegnare una somma pari a 10mila euro

LECCE – Si aprirà il prossimo 27 novembre, dinanzi ai giudici della seconda sezione collegiale del Tribunale di Lecce, il processo a Giovanni Memmi, 51enne di Casarano, accusato di tentata estorsione e nei confronti dell’ex sindaco del comune salentino Remigio Venuti. L’imputato  è stato rinviato a giudizio al termine dell’udienza preliminare celebrata dinanzi al gup Vincenzo Brancato.

Secondo l’ipotesi accusatoria, Memmi avrebbe cercato di costringere Venuti a consegnargli una somma pari a 10mila euro. Per raggiungere il suo scopo il 51enne avrebbe minacciato in più occasioni il primo cittadino di Casarano. Minacce e intimidazioni sempre più pressanti.

In un’occasione, inoltre, l’imputato avrebbe aggredito Venuti, procurandogli un trauma da percosse, giudicate guaribili in circa dieci giorni. La presunta vittima si è costituita parte civile con l’avvocato Stefano Prontera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata estorsione all'ex sindaco di Casarano, a processo un 51enne

LeccePrima è in caricamento