rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Otranto ancora esclusa / Gallipoli

Bandiera Blu, prima volta per Gallipoli: sono sei le località salentine al top

Conferme per Ugento, Melendugno, Castro, Salve e Nardò. La Puglia, con 22 riconoscimenti, si colloca al secondo posto su scala nazionale, dietro la Liguria

LECCE – C’è anche Gallipoli nella compagine delle località della provincia di Lecce che si fregeranno quest’estate della Bandiera Blu, una sorta di certificazione che attesta, attraverso una serie di indicatori, il livello più alto per quanto riguarda la qualità delle acque, i servizi alla balneazione, la gestione ambientale, l’educazione e l’informazione.

Conferme per Melendugno, Salve, Nardò, ma anche per Castro (rientrata lo scorso anno nella fascia più alta dopo l’esclusione nel 2021) e per Ugento, dopo il debutto del 2022, mentre Otranto resta fuori dalla lista per il secondo anno consecutivo.  

Raggiunto telefonicamente il sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva, ha commentato: “Un risultato molto importante, è la prima volta per la nostra città. Significa che abbiamo raggiunto determinati standard e questo è stato possibile grazie al lavoro di tutta la città in questi anni. Ne sono orgoglioso”.

In una nota stampa il primo cittadino ha quindi aggiunto: “La Bandiera Blu non rappresenta per noi solo un punto di arrivo, ma l’inizio di un percorso che punta sempre di più alla qualità del territorio. Portiamo a Gallipoli la Bandiera Blu per ricordarci il valore e la bellezza di questa straordinaria terra. È il risultato di un lavoro costruito negli anni: un percorso che ha richiesto tanta cura, impegno e attenzione ma che alla fine ci ha restituito tutto quanto”.

La baia di Porto Selvaggio con il suo incantevole mare

Molto soddisfatto si è detto anche il sindaco di Nardò, Pippi Mellone: “Abbiamo fatto tris, la Bandiera Blu è un premio al nostro mare che garantisce a Nardò il diritto di stare nel club esclusivo di chi ha il mare più bello e soprattutto di chi lo gestisce meglio. Dietro questo risultato c'è la natura che ci ha fatto un dono straordinario e c'è tanto, tantissimo lavoro. L'esame sulla qualità delle acque, sui rifiuti, sui servizi e sul decoro, è stato superato di nuovo, un grande giorno per la nostra città e una grande conferma per la nostra amministrazione che ancora una volta vede premiati i suoi sforzi”.

La cerimonia per l’attribuzione di questo riconoscimento, istituito nel 1987 dalla Foundation for Environmental Education e accreditato a livello internazionale, si è svolta questa mattina a Roma. Avrebbe dovuto parteciparvi anche il sindaco delle Isole Tremiti, Giuseppe Calabrese, ma il primo cittadino è deceduto questa mattina in seguito a un malore accusato ieri sera, mentre si trovava già nella capitale.

La Liguria si conferma di gran lunga la regione con il maggior numero di località premiate, ma la Puglia incrementa la sua pattuglia, passando da 18 a 22 e si posiziona al secondo posto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiera Blu, prima volta per Gallipoli: sono sei le località salentine al top

LeccePrima è in caricamento