Lunedì, 14 Giugno 2021
Gallipoli

Commercio e traffico, mezzi elettrici per il centro e chiusura estiva

Le ultime proposte dell'associazione commercianti. Eco-corrieri per carico e scarico merci nella Ztl e chiusura serale del corso nel periodo estivo

GALLIPOLI - Prove tecniche di chiusura estiva di corso Roma nella stagione “calda” e utilizzo di mezzi elettrici, o ibridi, per il carico e scarico delle merce per negozi e locali del centro storico. Sono queste le ultime due linee di indirizzo che la neo associazione Commercianti e imprenditori di Gallipoli sta portando avanti intensificando il raccordo e la sinergia non solo nell’alveo dei propri iscritti, ma anche, e soprattutto, in sintonia con il Comune e la gestione commissariale. Il referendum consultivo interno alla categoria dei commercianti gallipolini, che si è concluso con lo scrutinio delle scorse settimane, ha confermato la volontà di limitare il traffico lungo l’arteria principale della città bella per buona parte delle serate d’estate sposando di fatto anche la volontà manifesta del Comune che intende accelerare nella pianificazione del piano traffico per il periodo estivo. E in tale direzione il commissario straordinario Guido Aprea aveva recentemente affrontato la questione anche con la delegazione rappresentativa della neo associazione dei commercianti e imprenditori di Gallipoli presieduta da Matteo Spada attendendo proposte e indicazioni in tale direzione.

E così su iniziativa della neo associazione di riferimento di commercianti e imprese, è stato distribuito il questionario tra tutti gli associati al fine di esprimere la propria preferenza circa le tre ipotesi relative alla possibilità di chiudere o meno al traffico il corso Roma nel corso della stagione turistica estiva. E su una base di oltre 190 associati, tanti quanti ne conta per ora il sodalizio presieduto da Matteo Spada, ben 180 tra negozianti e imprenditori hanno sentito il dovere di esprimersi e di manifestare il proprio pensiero. La preferenza è ricaduta sull’ipotesi che prevede la chiusura del corso nel periodo che va dal 2 giugno all’1 agosto nei giorni festivi e nei week end, dalle 20 alle 24. E per tutto il mese di agosto invece la proposta è stata quella della chiusura, tutti i giorni, sempre dalle 20 alle 24, con l’attivazione di un trenino gratuito che partirà dai futuri parcheggi dal rondò di via Lecce con fermate su corso Roma, largo Fontana Greca, ritorno su corso Roma, piazza Giovanni XXIII e zona Lido San Giovanni per garantire il collegamento. Il responso relativo alla consultazione interna è stato ora comunicato a palazzo di città e sarà valutato dal commissario straordinario Guido Aprea in vista anche delle decisioni definitive del Comune nell’ambito della regolamentazione della stagione turistica e del Patto integrato per la sicurezza e lo sviluppo.

Scutinio referendum interno per chiusura estiva Corso Roma-2Ma nella giornata odierna il sodalizio associativo, nell’ambito anche della concertazione in atto sull’attivazione dei parcheggi a pagamento nell’ambito portuale (domani previsto un incontro in Comune con la delegazione di residenti del centro storico, operatori e forze politiche per calmierare orari e tariffe), ha presentato un’ulteriore istanza all’attenzione del commissario Guido Aprea e del suo vice Vincenzo Calignano per affrontare anche la problematica relativa ai rifornimenti delle attività commerciali che si trovano nel centro storico. Nell’ambito di tale istanza il presidente Matteo Spada, in qualità di portavoce della richiesta di negozianti e imprenditori, ha chiesto “l’Inserimento nella White List, dei fornitori delle attività commerciali del centro storico per un certo intervallo temporale, segnalati e censiti dagli stessi commercianti o dalla nostra associazione.

E la predisposizione di un’area nei pressi della rampa di San Francesco da Paola nell’area portuale, dove gli automezzi dei fornitori possano scaricare la merce, affidandola ad eco-corrieri locali. Gli eco-corrieri dovrebbero essere a impatto zero per l’ambiente e per chi vive le bellezze del nostro centro storico, preservandolo da mezzi pesanti che andrebbero limitati il più possibile per difenderne l’integrità. A tal fine, gli eco-corrieri” esplicita sempre il presidente dell’associazione commercianti, “potrebbero utilizzare delle Ape car elettriche predisposte al trasporto merci o furgoncini di piccola dimensione rigorosamente elettrici. Vi sono inoltre mezzi ibridi a pedalata assistita che sono ormai una realtà ben affermata. Realtà turistiche come Ischia o Capri in questo senso sono un esempio” conclude Matteo Spada, “il Comune di Ischia, in particolare, ha attivato una collaborazione dotando il proprio centro di una flotta, certo non numerosissima, ma in grado comunque di soddisfare i bisogni dei commercianti. Potremmo dare così anche noi a Gallipoli, finalmente, una svolta eco-sostenibile, nella speranza che sia solo uno di tanti interventi in questa direzione, trasformando un punto di debolezza in una forza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio e traffico, mezzi elettrici per il centro e chiusura estiva

LeccePrima è in caricamento