Venerdì, 30 Luglio 2021
Nardò

Scoperto nel parco nascondiglio per bracconieri. Era lì dalla scorsa estate

Un muretto costruito abilmente con l'utilizzo di blocchi composti di terra rossa mista a pietre e sterpaglia. E vicino una gazza morta. Se ne sono accorti i volontari del Nucleo provinciale guardie zoofile-ittiche di Nardò dopo una segnalazione

NARDO’ – Un muretto costruito abilmente con l’utilizzo di blocchi composti di terra rossa mista a pietre e sterpaglia. Cos’è, un fortino per difendersi dagli apache dove fare giocare i bambini? Magari. Con tutta probabilità potrebbe invece trattarsi di un nascondiglio per i bracconieri. E’ quel hanno individuato i volontari del Nucleo provinciale guardie zoofile-ittiche di Nardò dopo la segnalazione di un visitatore che si era imbattuto nel Parco naturale neretino. Giunte sul posto, le guardie, oltre a verificare l’esistenza del nascondiglio per bracconieri, hanno anche rinvenuta anche gazza morta.2-246-44

Le guardie zoofile  non escludono che la struttura sia stata costruita durante la scorsa estate, in quanto i blocchi di terra hanno avuto bisogno di molto sole prima di indurirsi ed essere utilizzabili come mattoni. Una domanda però sorge spontanea: “come si fa ad entrare in un Parco in tutta tranquillità – si legge in una nota dei volontari - avere a disposizione acqua abbondante, avere il tempo di  costruire mattoni utilizzando terra rossa indurita, ed il tutto questo a pochi metri dalla Masseria del parco senza che nessuno se ne accorga? Chi può aver fatto tutto questo senza destare sospetti o essere sorpreso?”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto nel parco nascondiglio per bracconieri. Era lì dalla scorsa estate

LeccePrima è in caricamento