“Gloria al cibo”

“Gloria al cibo”

Una ciliegia tira l’altra. Alla scoperta di varietà e proprietà

Tra tutti i frutti le ciliegie sono certamente le regine incontrastate del periodo che precede l’inizio dell’estate. Scopriamone tutti i segreti

E’ difficile non essere golosi di ciliegie, proprio uno di quei frutti di cui spesso si dice che “una tira l’altra” per il loro gusto inconfondibile. Tra tutti i frutti le ciliegie sono certamente le regine incontrastate del periodo che precede l’inizio dell’estate.

Le ciliegie, frutto dalle buone proprietà diuretiche, sono prodotte dall’albero Prunus avium. La pianta appartiene alla famiglia delle Rosacee che tutti conosciamo col nome di ciliegio. Le ciliegie si raccolgono da metà maggio a fine giugno e solo quando sono ormai mature: infatti una volta staccate dall’albero non maturano più.

Le varietà di ciliegie

Le diverse varietà di ciliegie si distinguono per la grandezza del frutto, per la consistenza della polpa e per il gusto che può essere più o meno dolce. Esistono almeno venti varietà di ciliegie, che in Italia sono coltivate soprattutto in Puglia, Campania, Lazio, Emilia Romagna e Veneto. Le ciliegie ferrovia, sono quelle della nostra regione, la Puglia: una delle varietà più note, caratterizzate da un colore rosso brillante e da una polpa soda e succosa. In Veneto è nota la ciliegia di Marostica IGP, tonda, dolce e anch’essa con una polpa soda; in Emilia Romagna, invece, si coltivano diverse varietà tra cui la marasca di Villanova e il durone di Vignola.

Calorie e valori nutrizionali

Le ciliegie sono frutti mediamente più calorici degli altri frutti tipici del periodo primaverile - estivo, a causa dell’elevato quantitativo di zuccheri e in particolare di glucosio e fruttosio; 100 grammi di ciliegie apportano infatti circa 63 calorie. L’indice glicemico basso le rende adatte a tutti coloro che stanno seguendo particolari regimi alimentari. Tuttavia, come tutti i frutti, è necessario consumarle con moderazione. Sono ricche di diversi minerali, in particolare magnesio, potassio, rame e vitamina C, ma oltre a questi contengono anche elevate quantità di carotenoidi, polifenoli e antocianine. Vediamole più dettagliatamente:

  • Vitamina C: con la sua azione antiossidante è importante per l’assimilazione del ferro da parte dei globuli rossi;
  • Magnesio: minerale dalle molteplici proprietà, è fondamentale per il benessere del sistema nervoso e per il metabolismo dei grassi;
  • Potassio: è discretamente presente, coinvolto in diversi processi fisiologici come la contrazione muscolare e il mantenimento di un corretto equilibrio idro - salino;
  • Rame: è un minerale fondamentale per la formazione degli eritrociti e per il benessere delle nostre ossa;
  • Cianidina: antocianina dal colore rosso è responsabile della colorazione dei frutti;
  • Catechine: sono sostanze con azione antiossidante;
  • Luteina: appartiene al gruppo dei carotenoidi, è una molecola con azione antiossidante, soprattutto è concentrata a livello degli occhi e della retina e risulta fondamentale per la salute dell’apparato visivo.

Le ciliegie contengono anche melatonina naturale, una sostanza che favorisce il sonno e come sopra accennato le ciliegie possiedono una spiccata azione antiossidante, che aiuta il nostro organismo a contrastare l’invecchiamento provocato dai radicali liberi. Hanno importanti proprietà depurative, remineralizzanti ed energetiche. Aiutano a depurare il fegato e a regolare la sua attività: infatti nella ciliegia è contenuto l’acido malico che favorisce la digestione degli zuccheri e l’attività del fegato. Sono un frutto diuretico e leggermente lassativo. Il loro consumo è utile in caso di stipsi e, a causa del loro equilibrato contenuto in vitamine e sali minerali, aiuta a ricaricare l’organismo di energia: perciò questo frutto è indicato in caso di stress e spossatezza. Per depurare e disintossicare al meglio l’organismo, si consiglia di mangiare circa una ventina di ciliegie al giorno, meglio se al mattino, a colazione e di accompagnarle bevendo molta acqua.

I loro utilizzi alimentari riguardano la preparazione di composte, conserve, gelati, yogurt ma anche sciroppi e liquori. Sono ottime anche gustate da sole o nelle macedonie. Inoltre gli utilizzi delle ciliegie vanno oltre l’alimentazione: la polpa di questi frutti, infatti, viene impiegata per la preparazione di maschere di bellezza dall’azione astringente e rinfrescante.

Volete contattare Gloria Cartelli? Scrivete a: cartelligloria@yahoo.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento