menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La frenata, poi lo schianto in moto contro una casa: muore a 28 anni

La tragedia nel pomeriggio a Copertino. A perdere la vita, Mirko Negri. È stato soccorso dal 118 e trasportato in codice rosso verso "Vito Fazzi", ma è stato tutto inutile. Per i rilievi, la polizia locale

COPERTINO – Un violento schianto sul muro e, poco dopo, la tragica fine. Quando l’hanno soccorso, Mirko Negri, giovane fabbro copertinese, di 28 anni, respirava ancora. Ma le condizioni erano critiche, gli operatori del 118 se ne sono accorti subito. E inutile è stato, purtroppo, il volo a sirene spiegate dell’ambulanza verso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Qui, poco dopo, si sono convogliati parenti e amici del 28enne, una volta raggiunti dalla notizia che il suo cuore aveva cessato di battere.

La tragedia ha colpito e scosso profondamente Copertino nel pomeriggio. Mirko Negri era in sella alla sua moto, una Honda RR 600. Proveniva da via Lazzaro Spallanzani e viaggiava in direzione di via Sciarpo, che si ricollega alla strada provinciale 307, in direzione di Santa Barbara, frazione di Galatina. La via, un lungo rettilineo, era probabilmente sgombra o quasi e la moto, una Honda, deve aver assunto un andamento piuttosto sostenuto.

77449cdd-7cda-4381-989f-1a20dcf35f62-2

Non c’è forse un’altra spiegazione per quella lunga frenata sull’asfalto, di almeno una ventina di metri, che, però, non è servita a bloccare la moto. Oltrepassato l’incrocio, infatti, la Honda si è schiantata contro una colonna di pietra di un’abitazione di via Sciarpo. Un impatto micidiale, che non ha lasciato alcuno scampo al 28enne.

Alcuni passanti hanno richiesto soccorso e gli operatori del 118 hanno tentato il possibile per salvarlo, trasportandolo verso l'ospedale del capoluogo in codice rosso. Ma le lesioni riportate erano troppo profonde e poco dopo il giovane è spirato. Sul posto, per i rilievi e stabilire l’esatta dinamica, si sono diretti gli agenti di polizia locale.

Purtroppo, per il Salento è la seconda tragedia in moto di questo primo scorcio dell’anno. Il 17 gennaio scorso, a Taurisano, ha perso la vita a 35 anni Marco Preite. Anche in quel caso, una collisione autonoma contro un muro di una proprietà privata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento