Incidenti stradali mivervino-giuggianello

Natale di sangue. Schianto con la Jaguar: due morti, un ferito grave

Le vittime sono ragazzi poco più che ventenni di Uggiano, fra cui il figlio dell'ex sindaco Maria Cristina Rizzo. L'auto contro un muretto e poi addosso a un ulivo. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri e ambulanze del 118

GIUGGIANELLO – Natale bagnato di sangue, una lunga scia iniziata durante la vigilia, con l’incidente sulla statale 16 Lecce-Maglie, in cui una coppia di anziani di Lecce ha perso  la vita schiantandosi con la propria auto contro un altro veicolo, procedendo per errore contromano, e proseguita nel corso della notte, con un secondo, terrificante impatto, avvenuto, questa volta, poco prima delle 3, in una via che solca le campagne del Salento. Due i giovani deceduti, un altro è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dopo un primo trasporto nel nosocomio di Scorrano.  

Sono stati alcuni automobilisti di passaggio a dare per primi l’allarme, scorgendo un ammasso di lamiere ai margini della strada che collega Giuggianello a Minervino di Lecce, un tragitto quasi del tutto rettilineo di 4 chilometri e mezzo nel cuore del basso Salento, tranne che per un breve tratto all’altezza del primo comune, proprio dov’è avvenuto l’incidente. I tre giovani coinvolti sono tutti di Uggiano La Chiesa, paese che sorge a breve distanza dal luogo dell’impatto. A perdere la vita, fra le lamiere di una Jaguar completamente irriconoscibile, Armando Viceconte, militare dell'aeronautica (prestava servizio al Nord) e Alberto Leo, entrambi 21enni, quest'ultimo figlio dell'ex sindaco di Uggiano, Maria Cristina Rizzo, e cugino dell'attuale assessore comunale Luca Leo. In prognosi riservata, nel reparto di rianimazione, Antonio Junior Rubrichi, di 20 anni.    

IMG_6047-2-2Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 a bordo di diverse ambulanze, i carabinieri della compagnia di Maglie, per i rilievi, i vigili del fuoco del distaccamento magliese, che hanno dovuto estrarre i corpi dalle lamiere. Secondo i primi accertamenti, il giovane che si trovava alla guida, dopo l’uscita da una curva, avendo perso il controllo della potente auto, è andato ad impattare contro un muretto.

Il veicolo, a quel punto, ha fatto un volo in mezzo alle campagne, schiantandosi contro un albero d’ulivo con una tale violenza che la carrozzeria s’è piegata in due e persino il motore è schizzato all’esterno. Quando i soccorritori hanno estratto i corpi, solo Rubrichi era ancora vivo. Ora è ricoverato nell’ospedale del capoluogo, dov'è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico e lotta fra la vita e la morte.

L'intero paese, poco meno di 5mila abitanti, è sotto shock. Il sindaco Salvatore Piconese s'è recato in ospedale, a Lecce, per restare accanto alle famiglie in questi momenti di profondo dolore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale di sangue. Schianto con la Jaguar: due morti, un ferito grave

LeccePrima è in caricamento