rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Economia

Icona globale dal 1959, al via una mostra su Barbie

L'evento sarà fruibile dal 4 al 17 marzo presso Colonne Shopping Centre di Brindisi

BRINDISI - Dal 1959 Barbie è una delle icone che hanno affascinato il mondo, portando con sé un messaggio potente. Per questo, dal 4 al 17 marzo 2024, Colonne Shopping Centre di Brindisi aprirà le sue porte ad una esposizione intitolata "Be Barbie - Mostra evento di un'icona dal 1959 ad oggi". 

Un viaggio affascinante attraverso più di sei decenni di storia, cultura e cambiamenti sociali, raccontato attraverso gli occhi e la vita della bambola più famosa al mondo.

Barbie, ideata da Ruth Handler nel 1959, è diventata un simbolo di emancipazione, riflettendo le trasformazioni estetiche e culturali della società. Nel recente film di Greta Gerwig la protagonista è una donna sicura di sé ed indipendente. La mostra "Be Barbie" si propone di esplorare l'eredità di questa icona, presentando il suo ruolo unico nel modellare la percezione della donna attraverso gli anni.

Grafica evento-8

L'esposizione sarà suddivisa in cinque sezioni, ognuna introdotta da "Who is Barbie", focalizzandosi su aspetti chiave che hanno definito la sua lunga storia. Ogni decennio, dal 1959 ad oggi, sarà rappresentato attraverso teche che mostrano l'evoluzione di Barbie nel corso del tempo. La mostra non sarà solo una time line visiva ma anche un'immersione nei retroscena e nelle curiosità del mondo di Barbie, permettendo al pubblico di scoprire la straordinaria storia di "chi è Barbie".

L'approccio della mostra non è solo celebrativo, ma riflette anche l'importanza di essere diversi attraverso la sezione "Be Barbie - Be different". Il Dream Gap per le bambine esiste ancora, e Colonne Shopping Centre vuole ispirare le giovani generazioni a credere nel potenziale illimitato, a superare gli stereotipi di genere e a perseguire i propri sogni senza limiti imposti dalla società.

La mostra è ancorata al 65esimo anniversario del marchio Barbie nel 2024, un traguardo significativo che sottolinea l'incredibile eredità iniziata quando Ruth Handler voleva creare una narrazione diversa per sua figlia Barbara. Nel cuore dell'esposizione, uno sguardo all'eredità di Barbie per le donne, evidenziando come la protagonista non sia confinata in un mondo di finzione, ma piuttosto si muova nel nostro, dimostrando attraverso azioni concrete quanto sia importante perseguire i propri sogni.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Icona globale dal 1959, al via una mostra su Barbie

LeccePrima è in caricamento