Domani open day nella biblioteca del centro storico. Libri in dono alla città

Iniziativa del Comune e dell’associazione Amart per domenica 23 aprile per rilanciare e arricchire uno dei luoghi di cultura

GALLIPOLI  - Una domenica da “sfogliare” con l’open day della biblioteca comunale Sant’Angelo di Gallipoli, in occasione della Giornata Mondiale del Libro e della Lettura, in cui sarà possibile anche donare un libro, una raccolta di poesie o una pubblicazione per incrementare il patrimonio librario della città. Ma non solo. Donare un libro alla biblioteca del centro storico sarà anche un appuntamento denso di significato: un gesto volto alla condivisione e alla partecipazione dei cittadini alla crescita culturale del proprio territorio. L’iniziativa è stata promossa dall’amministrazione comunale di Gallipoli e dall’associazione Amart, diretta da Eugenio Chetta, e rientra in un programma di rilancio ancora più ampio delle attività legate alla biblioteca comunale di Gallipoli che da ormai circa un anno, grazie ad un progetto e ai fondi messi a disposizione  dal “Sac-Salento di Mare e di Pietre”, vanta una nuova veste e garantisce anche servizi innovativi e multimediali.

L’open day è in programma per il 23 Aprile prossimo dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 con il personale della biblioteca che sarà disponibile a raccogliere i libri donati, a far conoscere i servizi offerti dalla struttura pubblica ed ad illustrare il patrimonio librario, anche antico, che è custodito sugli scaffali. Un piccolo dono sarà riservato anche ai bambini che regaleranno il proprio libro. Ad accogliere i visitatori e i potenziali donatori di libri ci saranno la responsabile della biblioteca Adele De Marini, Eugenio Chetta e Federica Scigliuzzo dell’associazione culturale Amart composta da giovani locali accomunati dall’amore per l’arte e per il patrimonio culturale di Gallipoli. L'iniziativa si rivolge alle famiglie, alle associazioni territoriali, agli ordini professionali, ai singoli cittadini e a tutti coloro che potranno donare un libro alla Biblioteca comunale. Obiettivo principale quello di arricchire con nuovi volumi per bambini, ragazzi, ma anche di narrativa e professionali, in lingua italiana e straniera, il patrimonio librario pubblico. Grazie a questa azione dall'alto valore sociale e culturale, la biblioteca comunale potrà continuare a realizzare il suo scopo primario  di centro propulsore della cultura, di spazio di aggregazione ed integrazione. Un libro che ha emozionato, arricchito, divertito, istruito può contribuire a far provare agli altri le stesse sensazioni. Inoltre, implementare con nuovi testi la Biblioteca Comunale permetterà  di offrire servizi adeguati alle esigenze di lettura del pubblico e sarà, inoltre, occasione per organizzare una serie di laboratori dedicati ai bambini e ragazzi, al fine di concretizzare quella politica di avvicinamento alla lettura da tempo intrapresa a livello mondiale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma cosa potrà essere donato? Semplice: dai libri per bambini e ragazzi, ai testi di narrativa di qualunque genere, testi professionali, libri in lingua, raccolte di poesie per ragazzi ed adulti, favole, pubblicazioni locali, libri storici, e così via. I testi dovranno essere nuovi o in buone condizioni.  Chi donerà il proprio libro alla biblioteca sarà invitato a lasciare una dedica personale al lettore, scritta sul retro della copertina, inserendo il proprio nome e cognome (se lo vorrà). Sarà ulteriore occasione per condividere con gli altri le motivazioni di scelta di quel testo, le emozioni provate nel leggerlo, ma anche eventuali suggerimenti interpretativi. Insomma, la lettura di quel testo diventerà occasione di un viaggio in comune. L’evento ideato da Amart di domenica, il cosiddetto ‘evento zero’, sarà anche quello che farà da anteprima alla Settimana della Poesia che si aprirà lunedì prossimo. Già nel corso della conferenza stampa di presentazione del festival è stato donato un primo libro alla biblioteca comunale. Il generoso donatore è stato Glauco Teofilato, figlio di Cesare, il celebre storico, politico e scrittore salentino. Un libro donato alla città in memoria del padre e della poesia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Covid, sei positivi in provincia di Lecce. Rollo: “Presenti in via temporanea”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento