Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cultura

Festival internazionale delle arti - Copertino 11-18 luglio 2015

Parte da sabato 11 Luglio, presso il Castello di Copertino, la quarta edizione del Festival Internazionale delle Arti, sotto la direzione artistica del Tenore Salvatore Cordella e del Maestro Peppe Vessicchio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Giunge alla quarta edizione il Festival Internazionale delle Arti che, sotto la direzione artistica dei Maestri Salvatore Cordella e Peppe Vessicchio, a partire da sabato 11 luglio prossimo, farà risuonare la splendida cornice del Castello Angioino di Copertino delle note di un tempo che fu, ma che non conoscerà mai fine. Il prestigioso palcoscenico si propone di esaltare la maestosità dell'arte in tutte le sue rappresentazioni più alte. Questo lo scopo della kermesse che nasce dall'Associazione no profit "International Arts Company", fondata nel marzo 2012, da alcuni artisti salentini la cui bravura è ormai riconosciuta a livello internazionale. L'iniziativa attinge, pertanto, dalle eccellenze artistiche del panorama nazionale ed internazionale, valorizzando l'immenso patrimonio storico - architettonico del territorio salentino. La realizzazione della manifestazione sarà curata da esponenti di primario standing nei rispettivi settori, tra i quali i Maestri Salvatore Cordella, Peppe Vessicchio, Maurizio Pica e Sergio La Stella. Il tutto sostenuto da una collaborazione sinergica tra operatori privati, pubblici e istituzionali, tra cui: Ministero per i Beni e le Attività culturali - Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto, Regione Puglia, Provincia di Lecce, Comune di Copertino e varie Associazioni locali.

Quattro i diversi ed imperdibili appuntamenti.

Si partirà sabato 11 Luglio con Night of Dreams, Gran Galà Lirico - Il Belcanto nel Belpaese. Una serata in cui si viaggerà in tra il sacro ed il profano, tra la farsa giocosa ed il misticismo più elevato, tra un esaltato virtuosismo ad una più riflessiva commozione. Dal Palcoscenico le splendide voci dei Maestri: Salvatore Cordella (Tenore); Giacinta Nicotra (Soprano); Antonella Colaianni (Mezzosoprano); Marco Severin (Baritono) che interpreteranno arie tratte dalle opere di Bizet, Puccini, Donizetti e Verdi. La serata sarà condotta dall'attore Andrea Rizzoli e vedrà anche l'assegnazione del Premio Germogli d'Arte vinto nella scorsa edizione dal tenore salentino Giuseppe Tommaso, e quest'anno conferito ai due giovani artisti emergenti: il Soprano Shin Siu, ed il Basso Antonio Di Matteo. Accompagneranno le splendide voci i musicisti del Sesto Armonico Ensemble con Pianista-Direttore Sergio La Stella ed i Visual Artist Hermes Mangialardo. Ideatori: Peppe Vessicchio, Salvatore Cordella e Sergio La Stella.

Il 14 Luglio, secondo appuntamento del Festival, vedrà la messa in scena dello spettacolo teatrale Sakara, di Donato Chiarello, interpretato dalla Compagnia Teatrale La Calandra (Attori: Donato Chiarello, Ester De Vitis, Antonio Giuri - Regia di Giuseppe Miggiano). La rappresentazione teatrale sarà preceduta da una breve riflessione sui problemi ambientali in lingua grika "Loja j'agapi tis glossama cau sta steria" (trad. Parole per amore della nostra lingua sotto le stelle) tenuta da Luigi Tommasi e Giuseppe De Pascalis. A seguire intervento musicale dei Khaossia, Etno Ensemble Salentina.

Mercoledi 15 Luglio sarà poi la volta della Conferenza in Arte: Cantaci Albero, durante la quale interverranno: Angelo Licci, medico esperto in etno-omeopatia; Angela Serafino, arte-terapeuta; Salvatore Colazzo, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione, Scienze Politiche e Sociali dell'Università del Salento; Johan Linton, architetto designer ed il Maestro Peppe Vessicchio, co direttore artistico del Festival. La Conferenza in Arte che sarà condotta in modalità dialogica tra i relatori, sarà preceduta dalla consegna del Premio Internazionale delle Arti al Maestro Scipione Sangiovanni, mentre in un contesto scenografico essenziale verranno rappresentate le tipicità eno-agro-gastronomiche e artigianali della Terra di Puglia, in accordo con il tema delle quattro stagioni, ed in particolar modo della stagionalità. Al termine della Conferenza in Arte "Stagioni a confronto" esecuzione de "Le quattro stagioni" di A. Vivaldi nelle originali trascrizioni per pianoforte solo di Scipione Sangiovanni e per quartetto d'archi e fisarmonica di Peppe Vessicchio (prima esecuzione mondiale).

Chiude in bellezza il Festival, sabato 18 luglio, la serata dedicata alla poetica partenopea: Lettere da Napoli. Musiche di Denzai, De Leva, Costa e Di Capua per voci, legni, plettri, archi e percussioni. Interpreti: tenore Salvatore Cordella, soprano Giacinta Nicotra, voce Emanuela Loffredo, voce Francesco Castiglia, con Sesto Armonico Ensemble. Gli arrangiamenti della serata sono curati dai Maestri Peppe Vessicchio, Maurizio Pica e Pino Perris.

I vari secoli di storia della "canzone napoletana" permettono a questo spettacolo di proporre un'offerta musicale davvero unica sia per varietà stilistica che per elementi tematici.

PER INFO: 328/2426875

www.festivalinternazionaledellearti.it

facebook: internationalartsfestival

BIGLIETTI E PREVENDITA PRESSO:

· ANTIQUA CAFÈ via Cosimo Mariano n. 4, Copertino (LECCE)

· LIBRI E MUSICA di INDINO DORIANA, via Indipendenza, n.1 Maglie (Le) Tel. 0836 485642

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival internazionale delle arti - Copertino 11-18 luglio 2015

LeccePrima è in caricamento