rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cultura

SoundMakers: cultura accessibile e creatività nel segno della pace. Il programma

Fino al 7 settembre, tra Lecce e Copertino, la quarta edizione della manifestazione. Si parte con Laura Hassler, di "Musicians without borders" . Domani, presso il cineporto, la proiezione della versione accessibile de "In grazia di Dio"

LECCE – Via alla quarta edizione di SoundMakers Festival. La manifestazione sulla ricerca creativa e la cultura accessibile si aprirà nel pomeriggio di oggi, alle 17, presso l’ex convento dei Teatini e si svolgerà fino al 7 settembre tra il capoluogo e Copertino. Il filo rosso sarà il tema della pace.

Prima ospite della rassegna Laura Hassler, fondatrice e direttrice di  “Musicians without borders” (Musicisti senza frontiere), tra le principali organizzazioni di riferimento nell’ambito della cooperazione internazionale. Fin dal 1999 Laura Hassler esplora l’utilizzo della musica nella costruzione della pace insieme alle persone che in tutto il mondo subiscono le conseguenze della guerra e dei conflitti armati. Laura Hassler porterà la sua testimonianza sul tema “Al di là del multiculturalismo. L’arte come strumento innovativo per la cooperazione internazionale”, ospitata da SoundMakers e organizzata da Arci Lecce in collaborazione con IProject Lab, Magna Grecia Mare, Terra del Fuoco Mediterranea, 3giritditè, ZIG, ZEI, Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce e Lecce2019, e realizzata con il contributo dell'iniziativa Laboratori dal Basso, azione della Regione Puglia cofinanziata dalla UE attraverso il PO FSE 2007–2013. L'incontro (aperto a tutti) è rivolto soprattutto a operatori sociali, specialisti in cooperazione internazionale, specialisti in risoluzione dei conflitti, associazioni di volontariato e di promozione sociale, musicisti e artisti impegnati nel sociale.

Il ricco programma, sul tema della pace, proseguirà martedì 2 settembre (ore 21.00 – ingresso gratuito) al Cineporto di Lecce (presso le Manifatture Knos) con la proiezione in prima nazionale della versione accessibile del film “In grazia di Dio” di Edoardo Winspeare. Grazie alla collaborazione con Apulia Film Commission, Lecce 2019 e Saietta Film è prevista la proiezione con sottotitoli specifici per sordi, servizio di interpetariato LIS. Mercoledì 3 settembre (ore 21.00 – ingresso gratuito) nel centro storico del capoluogo salentino andrà in scena una performance speciale dello scrittore e performer Massimiliano Manieri. Giovedì 4 settembre (ore 21.00 – ingresso gratuito) nel chiostro dell’Accademia di Belle Arti di Lecce l’attore Giuseppe Semeraro (Principio Attivo Teatro) metterà in scena “Digiunando davanti al mare”, in prima nazionale in versione LIS, con audio introduzione. Lo spettacolo, ispirato alla figura di Danilo Dolci, è di Francesco Niccolini con la collaborazione alla regia di Fabrizio Saccomanno. 

Venerdì 5 settembre (ore 9.00 – ingresso gratuito) il Must d Lecce ospiterà, invece, il secondo workshop nazionale sulla cultura accessibile sul tema “Accessible filmmaking, ovvero nuove pratiche dell’accessibilità audiovisiva”. Sabato 6 settembre (ore 21.00 – ingresso gratuito) in Piazza Sant’Oronzo, nel cuore della città barocca, concerto finale del laboratorio tenuto dalla cantante della Repubblica Ceca Ida Kelarova con un coro di persone che rappresentano la società civile. Durante la serata avverrà anche l’incontro inedito tra la cantante, i musicisti Desiderius Dužda, Oto Bunda e la Giovane Orchestra del Salento. Il festival si chiuderà domenica 7 settembre (ore 21.30 – ingresso gratuito) nella Chiesa di Santa Maria di Casole a Copertino, per mantenere saldo il legame con il comune nel quale il festival è nato, con il concerto-incontro in prima nazionale dei fisarmonicisti Giorgio Albanese eRocco Nigro con servizio di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana e l’utilizzo dei palloncini. Tenendoli tra le mani o tra le gambe, i non udenti potranno sentire e percepire i suoni tramite le vibrazioni prodotte dalla musica.

SoundMakers 2014 è ideato e organizzato da Arci Lecce, Poiesis, Calliope – Comunicare Cultura, CoolClub in collaborazione e a sostegno di Lecce a Capitale Europea della Cultura 2019, è promosso in collaborazione con ITU, Agenzia delle Nazioni Unite specializzata in tecnologie dell'informazione, e con il progetto HBB4ALL della Commissione Europea e si realizza con la collaborazione di Regione Puglia, Comune di Lecce, Comune di Copertino, Apulia Film Commission, Arci Rubik, Master in Accessibility to Media, Arts and Culture, Laboratori Musicali, Banca di Credito Cooperativo di Leverano, I Sotterranei, Associazione Volontari Fra’ Silvestro da Copertino, L’Auramente, Saietta Film, Istituto per Ciechi Anna Antonacci, Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce, Must – Museo Storico Città di Lecce, Fondo Verri. Poiesis dedica i propri sforzi alla promozione dei diritti di accesso all’arte da parte di tutti e ha fatto parte del gruppo di lavoro nazionale che ha portato alla stesura del “Manifesto Nazionale della Cultura Accessibile”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SoundMakers: cultura accessibile e creatività nel segno della pace. Il programma

LeccePrima è in caricamento