Lunedì, 14 Giugno 2021
Teatro

Teatro dei Luoghi: grandi nomi sul palco dei Cantieri Koreja

Al via la rassegna dedicata a Leogrande e "gemellata" con Cinema del reale. Il direttore Tramacere: "Appuntamenti di spessore, utili a rilanciare la cultura"

Immagine di uno spettacolo dei Koreja.

LECCE - I Cantieri teatrali Koreja presentano due mesi di festa e grandi emozioni: dal 14 luglio prenderà il via il “Teatro dei Luoghi” in 13 punti diversi della città. Sul palco del noto teatro sperimentale si avvicenderanno 11 compagnie che coinvolgeranno, in un grande festival internazionale, anche l’Albania ed il Kossovo.

La rassegna è dedicata ad Alessandro Leogrande, scrittore, filosofo, giornalista, ricordato per il pregevole impegno intellettuale e politico: “Un uomo che sapeva da che parte stare. Questa è un’occasione per sentirlo ancora vicino, parte e ispirazione di un pensiero artistico, politico e sociale condiviso. Le sue parole sono missione di pace e abbracciano il senso profondo di un fare teatro che è coscienza civile”, hanno spiegato i curatori del Festival.

La novità di quest’edizione è nel “gemellaggio” con la festa del Cinema del reale, reso possibile dall’impegno profuso dalla Regione Puglia: “Appuntamenti come questi rilanciano il valore della cultura, la promuovono e possono essere un grimaldello per il marketing territoriale – ha commentato il direttore del teatro, Salvatore Tramacere -. Il Teatro dei Luoghi nasce nel 2002 proprio con l’obiettivo di valorizzare i luoghi attraverso un’attività culturale diretta a promuovere la conoscenza del patrimonio architettonico e urbanistico e ad assicurare una nuova condizione di fruizione pubblica del patrimonio stesso. È auspicabile che questo primo momento di collaborazione possa dare vita ad una rete regionale dei Festival”.

Sabato 14 luglio il museo Castromediano ospiterà l’apertura con la danza di Francesca Foscarini (Vicenza) e il suo Good Lack, un trittico di soli che gioca sull’ambiguità di senso.

Gli spettacoli si succederanno, fino al 15 settembre, in diversi luoghi intesi come spazi di frontiera: il Convitto Palmieri, il Museo Castromediano, la Casa Circondariale Borgo San Nicola, il Teatro Romano, il Teatro Apollo, i Cantieri Teatrali Koreja di Lecce; e poi il Castello Aragonese di Acaya, la Chiesa da Santa Caterina a Specchia, Palazzo Grassi ad Aradeo oltre che il Teatro Nazionale di Scutari e l’Anfiteatro del Lago di Tirana in Albania e il Teatro Oda di Pristina in Kosovo.

Il progetto è stato presentato questa mattina presso il cantiere teatrale alla presenza di Loredana Capone, assessore ai Beni culturali della Regione Puglia; Simona Manca, consigliere Provinciale con delega alla Cultura; Luigi De Luca, direttore polo biblio museale del Salento; Marco Giannotta, consigliere di amministrazione Teatro Pubblico Pugliese; Giorgio Biasco, assessore Cultura del Comune di Specchia, Paolo Pisanelli direttore artistico Festa di Cinema del reale; Salvatore Tramacere, direttore Teatro Koreja.

“Teatro dei Luoghi Fest 2018 & Fineterra” è stato realizzato con il sostegno di ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, Unione Europea, Regione Puglia e dell’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, PiiiL Cultura, Teatro Pubblico Pugliese, Istituto Italiano di Cultura di Tirana, Polo Biblio Museale del Salento. In partnership con Provincia di Lecce, Soprintendenza archeologica belle arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, Comune di Lecce, Comune di Aradeo, Comune di Specchia, Città di Scutari, Città di Pristina, Città di Tirana, Cinema del Reale, Qendra multimedia, Code Partners, Teatri Oda, Caffè Letterario, Sac Salento di Mare e di Pietre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro dei Luoghi: grandi nomi sul palco dei Cantieri Koreja

LeccePrima è in caricamento