menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maia e Willy, a Minervino di Lecce.

Maia e Willy, a Minervino di Lecce.

Bimbi a scuola con Maia e Willy: due “apebus” per imparare l’ecosistema

I classici scuolabus si trasformano in api a Minervino di Lecce. L’iniziativa dell’amministrazione per sensibilizzare i più piccoli

Chiede intervento della polizia locale per un tso, poi le offese e un post su Facebook: denunciato

Potrebbe interessarti: https://www.lecceprima.it/cronaca/denuncia-diffamazione-polizia-locale-trepuzzi-M
MINERVINO DI LECCE – Non più sui tradizionali “scuolabus”, ma i bimbi raggiungeranno le aule a bordo degli Apebus. È il nuovo servizio di trasporto scolastico messo a disposizione dall’amministrazione di Minervino di Lecce. Un mezzo non più solo giallo, ma che si arricchisce di strisce nere simulando un’ape, per uno speciale progetto di educazione ambientale destinato ai piccoli. I due veicoli hanno preso il “volo” lo scorso 10 marzo e hanno anche un nome: Maia e Willy, i due famosi personaggi della famosa serie televisiva dell’Ape Maia, che negli anni Ottanta trasformò tanti ragazzi in conoscitori più attenti della biodiversità che ci circonda.
Una iniziativa politico e amministrativa con l’obiettivo dunque non solo di migliorare la fruibilità dei servizi ai cittadini ma, anche e soprattutto, a impegnarsi a veicolare messaggi positivi di natura socio-culturale in special modo alle future generazioni. “L’intenzione di coinvolgere emotivamente i nostri ragazzi, stimolare la fantasia dei piccoli scolari -sottolinea con orgoglio il Sindaco Ettore Caroppo- e proprio come un ape, volare da un fiore all’altro, dove i fiori sono gli edifici scolastici e le loro case gli alveari, dove partono e tornano arricchiti da nuove esperienze e da nuove emozioni.
Vogliamo, inoltre, che i più “grandicelli” comprendano e si attivino per salvaguardare e migliorare il proprio futuro guardando alla biodiversità con occhio critico e fare attento. Auspichiamo, infine, che i genitori si adoperino per aiutare i propri figli non solo ad immaginare un mondo migliore ma a costruirlo con azioni concrete, rispettando la campagna, realizzando balconi fioriti terrazze verdi ed evitando l’uso dei diserbanti con pesticidi che diventano letali per gli insetti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento