menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Postazioni del 118 affidate all'esterno: Cgil reclama la gestione diretta del servizio

Sull'esempio di Foggia e in riferimento alle linee guida regionali, il sindacato ha chiesto ai vertici della sanità un incontro per discutere l'affidamento alla Sanitaservice di Lecce

LECCE - Il servizio di emergenza - urgenza della Asl di Lecce è ancora appannaggio delle ditte esterne. E la Funzione pubblica di Cgil ora vuole imprimere un'accelerata all'internalizzazione del 118.

La richiesta è stata inoltrata ai vertici della sanità pugliese dai sindacalisti che, per sostenere la bontà dell'operazione, fanno riferimento alle nuove linee guida regionali in materia di sanità.

Nel mese di dicembre 2019, infatti, sono state pubblicate  le nuove linee guida in materia di gestione e organizzazione delle società in house regionali. Il governo di via Capruzzi ha stabilito, in via ufficiale, la possibilità di affidare alle Sanitaservice, controllate dalle aziende sanitarie, diversi servizi tra i quali, appunto, la gestione del 118.

La Asl di Foggia ha giocato d'anticipo, affidando sin dal 2008 la gestione di 26 postazioni a Sanitaservice. I segretari Fp Cgil ritengono che la direzione strategica di via Miglietta debba seguire tale esempio. E questo perché nelle postazioni del 118 attualmente gestite dalle associazioni leccesi, sia i volontari sia i dipendenti, seppur precari, da anni operano con professionalità garantendo ottime prestazioni.

“Nonostante gli operatori non godano della minima garanzia assicurativa, previdenziale o economica, riescono a mantenere alta la qualità del servizio offerto ai cittadini”, rimarcano i segretari che chiedono l'istituzione al direttore della Asl di Lecce, Rodolfo Rollo e al direttore del dipartimento regionale della Salute, Vito Montanaro, l'apertura di un tavolo permanente al fine discutere, pianificare e organizzare l'internalizzazione del servizio nella Asl di Lecce.

“L'affidamento del servizio 118 deve essere però totale – puntualizza il segretario Floriano Polimeno -. La Sanitaservice deve assorbire l'intero pacchetto e le postazioni salentine del 118 devono essere internalizzate contemporaneamente, onde evitare disparità di trattamento o difformità nell'erogazione del servizio”.

La Funzione pubblica Cgil a scanso di equivoci ha fornito l'elenco completo e dettagliato di tutte le postazioni operative nel Salento: 31 totali suddivise in 11 postazioni Mike, 10 postazioni India, 6 postazioni auto medica e 4 postazioni Victor.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid nel Salento: incidenza di nuovi casi in chiara ascesa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La domenica: orecchiette al sugo con polpettine

  • Cucina

    Liquore agli agrumi, anice e miele fatto in casa

  • Cucina

    Pasta e patate con caciotta al finocchietto selvatico

  • Cucina

    Risotto ai carciofi con caciotta allo zafferano

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento