Sei sale chirurgiche, tre per il parto: i numeri dell'ospedale del sud Salento

Presentato lo studio di prefattibilità della struttura prevista tra Maglie e Melpignano, cui faranno riferimento oltre 200mila salentini

L'area individuata tra Maglie e Melpignano.

MAGLIE/MELPIGNANO – Con lo studio di pre-fattibilità, il progetto per l’ospedale del Sud Salento ha mosso il suo primo passo. L’ultimo, secondo il cronoprogramma, potrebbe essere fatto alla fine del 2025: sono infatti stimati in 89 i mesi necessari all’espletamento di tutto l’iter amministrativo, alla consegna dei lavori e alla realizzazione delle opere.

Confermata la localizzazione in un sito di 120mila metri quadrati tra i Comuni di Melpignano e Maglie, con 350 posti letto distribuiti su tre piani più uno interrato e un investimento complessivo di 142 milioni. Lo studio è stato redato dal tecnico progettista di Asl Lecce, Antonio Leo e firmato dal direttore generale Ottavio Narracci.

La superficie coperta avrà una estensione di 44mila metri quadrati: ai pazienti acuti saranno riservati 317 posti, mentre i restanti saranno dedicati a Day Hospital/Day Surgery. Le stanze di degenza (con uno o due posti e bagno interno) saranno 201 e ci sarà un’area a parcheggio dedicata per circa mille 200 posti auto.

L’ospedale ospiterà tutti i reparti previsti per un nosocomio di primo livello, un gruppo operatorio con sei sale chirurgiche e tra sale parto e travaglio. I servizi di Radiologia, Laboratorio, Servizio Immunotrasfusionale saranno disponibili in rete 24 ore su 24. Per le patologie complesse (traumi, cardiovascolari, ictus) saranno previste forme di consultazione, di trasferimento delle immagini e protocolli concordati di trasferimento dei pazienti presso il “Vito Fazzi” di Lecce, struttura di secondo livello e riferimento per l’intera provincia. Ci saranno anche letti di “Osservazione Breve Intensiva” e di letti per la Terapia Subintensiva (anche a carattere multidisciplinare).

Prevista anche la rimodulazione delle specialità, sempre all'interno delle varie aree mediche e chirurgiche, con alcune ulteriori dotazioni senza posti letto. In tal modo sarà possibile qualificare l’offerta del nuovo ospedale, arricchendola con la Medicina e Chirurgia d’accettazione e di urgenza (con letti tecnici di osservazione breve), Patologia clinica, Radiodiagnostica (Radiologia, Mammografia, TAC, Risonanza Magnetica, Angiografia, Ecografia), Farmacia ospedaliera,  Emodialisi (per circa 32 posti rene) e  Servizio di Medicina Emotrasfusionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla nuova struttura ospedaliera faranno riferimento 43 comuni per oltre 200mila abitanti e la sua realizzazione risponde anche a scelte economiche e di efficienza: l’adeguamento degli Ospedali di Scorrano (207 posti letto) e di Galatina (143) alle norme di prevenzione antincendio costerebbe 12 milioni e 60mila euro , altri 50 milioni circa servirebbero per l’adeguamento strutturale alle norme antisismiche, oltre ai 10 milioni stimati per i costi indiretti necessari allo svuotamento e trasferimento prima e dopo gli interventi di adeguamento per garantire la continuità del servizio. Il progetto assicura il rispetto dei più alti standard ambientali e di sicurezza oltre all’impiego di tecnologie innovative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • In centinaia ne “La Fabbrica”, piomba la polizia: locale chiuso cinque giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento