menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: la protesta odierna davanti alla Asl di Lecce

In foto: la protesta odierna davanti alla Asl di Lecce

Sit-in per il trasporto dei malati oncologici: la protesta di Cobas contro Asl

Il sindacato preme per l'internalizzazione del servizio e perché l'azienda sanitaria dia seguito alle linee guida regionali. Richiesto un incontro con il direttore Rollo

LECCE – Internalizzare il servizio di trasporto dei malati oncologici: questa la richiesta pressante del sindacato Cobas Pubblico impiego che questa mattina ha organizzato un sit-in di protesta davanti alla direzione generale della Asl di Lecce.

L'obiettivo del sindacato, come spiega Giuseppe Mancarella, è quello di chiedere conto ai dirigenti dell'azienda sanitaria dell'affidamento futuro del servizio attualmente gestito dalla ditta Tundo spa.

Cobas vuole capire perché a Lecce non si sia dato seguito all'attuazione delle linee guida in materia di affidamento dei servizi alla società in house della stessa Asl, quindi a Sanitaservice: il riferimento è quello della delibera della giunta regionale numero 951 del 19 giugno 2020.

“Nelle nuove linee guida della Regione Puglia sono state accolte le nostre richieste riguardo l’internalizzazione dei servizi - puntualizza il segretario -. Durante l'incontro che si è svolto in videoconferenza il 10 giugno con le organizzazioni sindacali, il consigliere del presidente Emiliano, Domenico De Santis, il direttore del dipartimento di Salute, Vito Montanaro e gli altri dirigenti del dipartimento, si era parlato di modificare le precedenti linee guida approvate il 25 novembre. La Regione ha accolto anche la proposta di aggiungere il servizio di trasporto oncologico”.

Il sindacato aveva accolto con soddisfazione "la sensibilità dimostrata dal governatore Emiliano che ha voluto mettere fine ad una vertenza che si protraeva dal 2010, certo che l’affidamento in huose porterà economie di spesa per le casse regionali e certezza lavorativa per il personale impiegato”.

“Nonostante l’impegno ad oggi, però, l’Asl di Lecce non ha ancora posto in essere gli atti amministrativi per autorizzare l'iter di internalizzazione che comprende anche il trasporto secondario, il trasporto di farmaci, plasma, sangue”, ammonisce il sindacalista.

Cobas Lecce chiede che la gara di appalto in scadenza domani, 8 settembre 2020, non venga prorogata. Il sindacato ha chiesto un incontro chiarificatore con il direttore generale Rodolfo Rollo e in mancanza di risposte si dice disposto a proseguire con le azioni di protesta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Stanchezza in primavera, ecco perché

  • Sicurezza

    Come utilizzare l’aceto per le pulizie di casa

  • Cucina

    Melanzane marinate all’aceto, fresche e veloci

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento