Il gelo non ferma i piromani: distrutta auto del dirigente dell’Ufficio tecnico

Un malvivente, nella notte, ha scavalcato la recinzione della casa del funzionario responsabile di San Cesario di Lecce e Morciano di Leuca

La vettura distrutta dalle fiamme.

LECCE - Neppure il gelo ha fermato i piromani. La scorsa notte, poco prima delle due, una Nissan Qashqai è stata completamente distrutta dalle fiamme alla periferia di Lecce. È accaduto alle spalle di via Merine. Un individuo, fortunatamente immortalato dai sistemi di videosorveglianza, si è introdotto nel cortile dell’abitazione -dotata di due ingressi - di Luca Valente, ingegnere 44enne  e dirigente dell’Ufficio tecnico comunale di San Cesario di Lecce e di Morciano di Leuca. Ha agito scavalcando un muro di cinta. Il veicolo si trovava in giardino: è stato dapprima colpito da una bottiglietta incendiaria, per poi essere avvolto dalla fiammata.

Portato a termine il piano, il piromane ha nuovamente scavalcato la recinzione, per poi fuggire. La vittima, intanto, è uscita nel cortile dopo aver udito il crepitio dei vetri del mezzo andati in frantumi. Sul posto, i vigili del fuoco del comando provinciale, assieme agli agenti di polizia della sezione volanti. C’è stato ben poco da fare: il calore aveva ormai sciolto ogni parte interna e il rogo divorato la carrozzeria. I danni ammontano a svariate migliaia di euro. Non sono state registrate conseguenze all’abitazione, a parte l’inevitabile annerimento della pavimentazione esterna.

Il personale della questura sta ora visionando i filmati del sistema di videosorveglianza, per cercare di risalire astretto gito all’autore del gesto. Lo stesso malcapitato sarà ascoltato nel corso della mattinata dai poliziotti, per poter fornire eventuali nomi sospetti o riferimenti recenti. Il dirigente si è infatti recato negli uffici della questura leccese per essere ascoltato. Sarà tuttavia complesso risalire alle cause che hanno spinto qualcuno a lanciare una bottiglia incendiaria sulla sua vettura. Non soltanto perchè ricopre due incarichi in altrettanti comuni, ma anche perchè l'ingegnere ha da qualche mese lasciato l'Ufficio tecnico del Comune di Arnesano.

Ed è proprio lì che, nelle ultime settimane, abbiamo assistito ad uno strano susseguirsi di incendi e intimidazioni, tra cui quelle ai danni del comandante della polizia locale Gabriele Podo, nel mese di febbraio del 2018. Oltre a distruggergli la Ford Focus i malviventi, come se non bastasse, sono poi tornati in azione anche nel mese di maggio, dando nuovamente alle fiamme l'auto della stessa vittima. Gli inquirenti cercheranno eventuali nessi, o strascichi di livore che potrebbero essere rimasti ancora all'attività svolta come dipendente del Comune di Arnesano. Si tratta soltanto di una ipotesi che non ne esclude però altre, compresi i dissidi di natura personale. In ogni caso, l'attuale amministrazione comunale di Arnesano, guidata dal sindaco Emanuele Solazzo, è totalmente estranea alla vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento