Scoperta una discarica nella Baia dei Turchi, scattano sequestro e denunce

Un'area di circa 600 metri è stata sbancata per consentire di ammassare illecitamenti vari rifiuti, tra cui alcuni di tipo speciale

LECCE – Uno dei luoghi più belli del Salento trasformato in discarica. Il Nucleo operativo di polizia ambientale della direzione marittima di Bari, nel corso dell’ordinario pattugliamento costiero e litorale, ha scoperto una discarica non autorizzata nella “Baia dei Turchi”, non lontano da Otranto.

I militari specializzati nel prevenire e perseguire reati ambientali, hanno riscontrato su un’area la cui estensione ammonta a circa 600 metri quadrati, la presenza di numerosi rifiuti, tra cui anche speciali, come secchi contenenti vernici, apparecchiature elettriche ed elettroniche e un manufatto pericolante dove erano stati ammassati rifiuti costituiti da ombrelloni in disuso, coibentazioni interne di frigoriferi ed elettrodomestici, oltre a un pozzo aperto con conseguente potenziale pericolo per la pubblica incolumità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’area è stata sbancata al fine di consentire un più agile passaggio degli automezzi, favorendo di fatto l’attività illecita di gestione di rifiuti. I militari, oltre a delimitare l’area per eseguire il sequestro ed evitare che la reiterazione del reato, hanno denunciato all’autorità giudiziaria il proprietario del terreno per violazione delle norme previste dal codice dell’ambiente.   

Video: il sequestro dei militari

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento