rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
social

Youtuber salentino fa trekking a Lipari ed incorre in 500 euro di multa

"Il cartello di divieto era per terra, sembrava un rifiuto. Non era scritto nemmeno in italiano": lo youtuber denuncia l'episodio accaduto a lui, ad un suo compagno di viaggio, ed a molti altri turisti

LECCE - Uno youtuber salentino in visita a Lipari è stato multato per essere entrato in un percorso in cui il transito era vietato. Era in compagnia di un suo amico; ora i due dovranno pagare una sanzione di 500,00 euro ciascuno. 

La coppia di viaggiatori faceva trekking in una zona turistica nei pressi del vulcano, quando ad un certo punto è stata fermata da una pattuglia di Carabinieri che ha proceduto con la sanzione. Una parte del colloquio avuto con la forze dell'ordine è stato ripreso, in quanto lo youtuber Francesco Sena, in quel momento era in possesso di video camera.

"Noi come altri turisti, ci siamo accorti solo dopo aver ricevuto la multa che all'inizio del sentiero c'era un cartello per terra che indicava il divieto; era attaccato ad  un pezzo di plastica di cantiere, tanto da sembrare un rifiuto. Non so se qualcuno l'avesse vandalizzato o se fosse caduto a causa del vento. Tra l'altro l'indicazione non era nemmeno scritta in italiano ma in inglese", afferma il turista salentino. 

"I Carabinieri non sono stati scortesi ma distaccati e formali. Ci hanno invitato a fare il ricorso. - Continua - Non ci siamo sentiti tutelati in quanto cittadini. La gente di Lipari invece, ci ha dato solidarità, e si è scusata con noi per l'accaduto". 

La risposta del sindaco di Lipari

In riferimento all'accaduto è arrivata la risposta del sindaco Marco Giorgianni, che secondo quanto riportato dalla testata Messina Today ha affermato:"La segnalazione è sempre stata presente; purtroppo in alcune occasioni è stata rimossa o danneggiata, da ignoti o causa maltempo, e siamo stati costretti a ripristinarla. Non so se al momento possa essere deteriorata visto che si trova in una zona comunque impervia - prosegue il primo cittadino - ma c'è da dire che il fenomeno delle esalazioni di gas è noto da tempo, si tratta di una notizia a carattere internazionale. Il sistema prevede comunque una puntuale comunicazione attraverso le guide specializzate e gli uffici preposti. Le ordinanze sono in continua evoluzione in base al monitoraggio dell'attività vulcanica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Youtuber salentino fa trekking a Lipari ed incorre in 500 euro di multa

LeccePrima è in caricamento