Festa di comunità: celebrato il compleanno di tutti i 60enni del paese

Lo speciale evento a Montesano Salentino, dove si sono dati appuntamento tutti i cittadini classe 1959 per celebrare assieme il traguardo anagrafico

I festeggiati di Montesano Salentino.

MONTESANO SALENTINO – Dopo un decennio assieme per festeggiare il sessantesimo compleanno. Lo scorso 11 agosto, festa di comunità a Montesano Salentino dove gli abitanti classe 1959 si sono dati appuntamento per la speciale occasione. 

“Sessant’anni sono una tappa importante nella vita. I lunghi capelli castani con il passare degli anni son diventati bianchi, si incominciava a vedere che qualcuno di noi  strizzava gli occhi per qualche decimo di vista in meno, sul volto si notava  qualche ruga in piu’ rispetto al decennio trascorso , ma il cuore è lo stesso di sempre. Ci guardiamo e rimaniamo affascinati dalla bellezza di quei segni esteriori che l’esperienza ha tracciato su di noi”, scrivono alcuni dei partecipanti allo speciale evento che ha coinvolto la collettività.

Dopo la celebrazione della santa messa nella Chiesa madre di Maria Santissima Immacolata di Montesano Salentino e gli auguri di don Quintino Pecoraro, con una foto di gruppo i festeggiati hanno avviato la parte gastronomica della serata presso un ristorante locale. Durante la cena, inoltre, è stato proiettato un video dove sono stati elencati i noni di ciascun partecipante e le loro foto più recenti, per "certificare" il memorabile evento impresso nei ricordi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento