rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Calcio

Gara intensa ed equilibrata, per il Lecce buon pareggio a Frosinone

Dodicesimo risultato utile per i giallorossi. Nel primo tempo partono meglio i padroni di casa, ma Gargiulo colpisce la traversa. Nella ripresa i salentini provano a vincerla, ma non centrano il bottino pesante

FROSINONE - Baroni parte con il solito schieramento e con Olivieri attaccante centrale per non rischiare complicazioni per Coda che solo nell’ultima parte della settimana si era allenato più o meno regolarmente.

Il Frosinone dimostra subito massima intensità in fase di non possesso, mentre il Lecce non riesce a gestire con fluidità le sue ripartenze: Di Mariano per dieci minuti almeno resta avulso dall’impostazione, Olivieri corre tanto ma viene sempre annullato dalla difesa ciociara. L’arbitro Fabbri lascia spesso correre, assecondando di fatto i ritmi alti dei padroni di casa.

Gabriel non è chiamato in causa, ma solo perché la spinta del Frosinone si interrompe per qualche motivo: ora per un errore, ora per un recupero. Sempre bene Lucioni in anticipo e in chiusura (al termine sicuramente il migliore in campo). Al 14’ traversa su tiro di Gargiulo, al 22’ gran salvataggio del capitano del Lecce che intercetta quello che a tutti gli effetti sarebbe stato un assist. Alla fine del primo tempo un ammonito per parte, Hjulmand e Ricci.

Nella ripresa il Frosinone non ha per forza di cose la stessa energia nelle gambe del primo tempo e per il Lecce non è difficile avanzare il baricentro. C’è Bjorkengren al post di Majer e lo svedese esegue bene i compiti affidatigli da Baroni.

Al minuto 58’ i ciociari si rendono pericolosi con Charpentier che a pochi metri dalla porta non riesce a trovare la battuta a rete sulla sponda di un compagno. Al 61’ mister Grosso inserisce Tribuzzi e Cicerelli per Canotto e Lulic, mentre al 63’ Coda prende il posto di Olivieri. Altro doppio cambio per il Frosinone al 71’ con Novakovich e Maiello per Charpentier e Ricci.

Il foto-racconto del match (foto Chilla)

Il capocannoniere del torneo va vicino al gol al 79’ con un tiro in diagonale che Ravaglia, fuori dai pali, riesce a rallentare consentendo alla difesa di sbrigliare la matassa. Baroni ci prova con Rodriguez per Strefezza al 77’ – entra anche Calabresi per Gendrey -, mentre Blin due minuti dopo prende il posto di Gargiulo, alle prese con qualche complicazione muscolare che consiglia alla panchina di procedere alla sostituzione.

Grandi emozioni nei quattro minuti di recupero: al 91’ Di Mariano, su punizione, mette la palla all’altezza del primo palo dove Rodriguez gira verso la porta, mancando però di poco lo specchio. Nell’azione successiva un tiro di Cicerelli, deviato, spiazza Gabriel ma si perde sul fondo. C’è ancora tempo per un contropiede del Lecce con Rodriguez che tarda di una battuta il tempo del passaggio a Di Mariano e i giallorossi ottengono solo un fallo laterale.

Al triplice fischio di Fabbri entrambe le squadre raccolgono gli applausi dei rispettivi tifosi: oltre mille quelli leccesi al seguito. I salentini ottengono il dodicesimo risultato utile di file e con la testa sono già all’impegno di venerdì sera in casa contro al Ternana.

Gli altri risultati della giornata: Pordenone-Ascoli 0 a 1; Spal-Alessandria 2 a 3; Ternana-Cittadella 1 a 1; Perugia-Crotone (16:15); Vicenza-Brescia (18:30). Domenica: Parma-Cosenza; Reggina-Cremonese; Monza-Como; Pisa-Benevento.

Il tabellino di Frosinone-Lecce 0 a 0

FROSINONE (4-5-1): Ravaglia; Cotali, Gatti, Szyminski (cap), Zampano; Canotto (61’ Tribuzzi), Ricci (71’ Maiello), Lulic (61’ Cicerelli), Boloca, Garritano (79’ Manzari); Charpentier (71’ Novakovich). A disposizione: De Lucia, Minelli, Rhoden, Haoudi, Zerbin, Ciano, Casasola. Allenatore: Grosso

LECCE (4-3-3): Gabriel; Gendrey (77’ Calabresi), Lucioni (cap.), Dermaku, Barreca; Majer (46’ Bjorkengren), Hjulmand, Gargiulo (79’ Blin); Strefezza (77’ Rodriguez), Olivieri (63’ Coda), Di Mariano. A disposizione: Bleve, Vera, Meccariello, Helgason, Bjarnason, Listkowski, Gallo. Allenatore: Baroni

Ammoniti: 34’ Hjulmand, 45’ Ricci, 53’ Lulic, 76’ Dermaku. 84’ Manzari, 90’ Maiello

Arbitro: Fabbri di Ravenna; assistenti: Lo Cicero di Brescia e Ceccon di Lovere; quarto ufficiale: Monaldi di Macerata.

Baroni: “Solidi nel primo tempo. Sciupate due occasioni nitide”  

“La gara è stata quella che io sapevo, che mi aspettavo. Loro sono partiti molto forti. E’ nelle loro caratteristiche. Tra il primo e secondo tempo ho richiamato un po’ la squadra perché non abbiamo gestito bene la loro aggressività” l’analisi di mister Marco Baroni nel dopogara, “nella seconda parte della gara siamo entrati in campo con più equilibrio e con più voglia di giocare, ma anche nel primo tempo siano stati comunque molto solidi e non ricordo parate significative del nostro portiere. E abbiamo avuto l’occasione della traversa che avremmo potuto gestire meglio dopo il rimbalzo”.

“Poi nel secondo tempo la squadra è cresciuta” ha evidenziato il mister giallorosso, “abbiamo avuto almeno un paio di occasioni molto nitide. Se Rodriguez proseguiva la corsa dopo il tiro di Coda, poteva mettere dentro il pallone e nella seconda azione, forse, doveva giocare prima la palla. Ma questo è un processo di crescita che stiamo facendo con questo giocatore che è un talento, ma deve anche imparare a mettersi al servizio della squadra”.

“Sono partite che si vivono sugli episodi, il Frosinone è una squadra che ha qualità e dinamismo” ha aggiunto Baroni, “abbiano gestito questo impegno dopo una sosta, ma la di là di tutto noi non dobbiamo perdere di vista il nostro percorso. E questo è il momento di lavorare con più voglia. Olivieri, non è stato servito in maniera precisa, ma lui si è impegnato molto e mi è piaciuto. E credo che sia la soluzione più idonea in quella zona di campo. Majer, in maniera insolita, non è riuscito ad entrare nella partita e anche Hjulmand si è visto poco. Poi con l’ingresso di Bjorkengren, e una volta riequilibrato il centrocampo, abbiamo ricominciato a giocare come meglio sappiamo fare”.                         

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara intensa ed equilibrata, per il Lecce buon pareggio a Frosinone

LeccePrima è in caricamento