Gallipoli

Blitz di Minerva nelle scuole all’ora di pranzo, verifiche ok sulle mense

Sindaco, assessori e consiglieri hanno svolto un controllo sui cibi e la qualità del servizio di refezione scolastica. Nessuna anomalia

GALLIPOLI – Guardia alta e controlli a sorpresa da parte del sindaco Stefano Minerva e degli amministratori di Palazzo Balsamo per testare qualità ed efficienza del servizio di refezione nelle scuole della città. Dopo il caso mensa dei mesi scorsi (che ha portato anche alla risoluzione anticipata del contratto con la ex ditta aggiudicataria del servizio nelle scuole comunali, La Fenice srl, e all’assegnazione temporanea ad un'altra società, la Ladisa spa, in attesa del nuovo bando di gara di prossima pubblicazione) l’amministrazione comunale di Gallipoli ha inteso visionare da vicino, e con un controllo a sorpresa, la regolarità dell’attività giornaliera della refezione scolastica. Era stato questo uno degli impegni annunciati nei mesi scorsi anche dall’assessore alla pubblica istruzione Silvia Coronese che di concerto con la giunta comunale, gli uffici comunali e con la commissione sanità aveva dato il via al cambio di gestione del servizio e avviato le procedure che poteranno all’espletamento della prossima gara d’appalto.

Questa mattina, al termine della riunione del tavolo tecnico comunale del turismo che si riunisce con cadenza regolare in Comune, il sindaco Minerva accompagnato da alcuni assessori (Emanuele Piccinno, Silvia Coronese e Anna Sergi), dal presidente del Consiglio, Rosario Solidoro, nella sua veste anche professionale di medico pediatra, e da alcuni consiglieri comunali, tra i quali Titti Cataldi, presidente della commissione sanità, Caterina Fiore, Federica Portolano, Gianpaolo Abate e Sandro Quintana, hanno effettuato un sopralluogo in tutte le mense scolastiche degli istituti della città. Al fine di testare la qualità, la pulizia e l'efficienza del servizio, gli amministratori comunali hanno effettuato personalmente i controlli, assaggiando il cibo e verificando le condizioni igieniche dei locali e delle attrezzature. Tovagliette, pasti ben conservati e pietanze gustate volentieri dai piccoli alunni: il controllo a sorpresa, effettuato proprio durante l'orario del servizio mensa,  ha avuto un riscontro positivo che ha di fatto promosso il servizio di refezione scolastica della ditta Ladisa spa.

SDC_0998-2"Non si può aspettare che qualcosa non vada per il verso giusto per intervenire” ha commentato il primo cittadino di Gallipoli, “per questo motivo, oggi assessori e consiglieri sono andati in missione in tutte le scuole: da via Spoleto a via Giorgio da Gallipoli, nessuna scuola esclusa. L'amministrazione ha il dovere di verificare e di assicurare qualità e benessere di chi usufruisce del servizio” aggiunge Minerva, “l'intervento di oggi è stato effettuato in modo capillare e tutti gli amministratori hanno espresso un parere estremamente positivo. Anche io ho assaggiato il cibo e devo ammettere che è di ottima qualità. Il blitz è servito proprio a questo: a testarne la qualità e l'efficienza del servizio. Abbiamo scelto di fare un'azione di controllo per verificare la qualità del servizio in una giornata qualsiasi di lavoro. Non ci sono dubbi, il servizio è stato promosso".

Al netto della controversia giudiziaria in atto con la ex ditta La Fenice srl, che con un ricorso al Tribunale di Lecce ha chiesto un risarcimento per oltre 165mila euro (il Comune si è costituito in giudizio), l’amministrazione comunale del sindaco Stefano Minerva, oltre a prorogare l’affidamento temporaneo del servizio all’attuale ditta Ladisa spa, ha già avviato le procedure per disporre un nuovo bando di gara e garantire anche la realizzazione di un centro di cottura dei cibi della refezione scolastica direttamente in città. La giunta comunale ha infatti fissato i nuovi indirizzi per l’affidamento del servizio di refezione scolastica per cinque anni per un importo complessivo della procedura di gara di circa 1.941.450 euro. Nel nuovo bando sarà prevista anche la realizzazione di un centro di cottura, per un importo di circa 168mila euro, i cui lavori saranno effettuati a carico della stessa ditta appaltatrice. Il centro sarà attrezzato nei locali, appositamente ristrutturati, e già destinati alla manipolazione degli alimenti, presso la scuola dell’infanzia di via Giorgio da Gallipoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz di Minerva nelle scuole all’ora di pranzo, verifiche ok sulle mense

LeccePrima è in caricamento