Martedì, 3 Agosto 2021
Gallipoli

Contro violenze su donne e minori. Convegno con criminologa Bruzzone e servizio antisoprusi

Importante giornata curata dall’Ambito sociale di zona di Gallipoli per discutere delle iniziative locali contro i maltrattamenti. Presente la psicologa Bruzzone. Nella la Cittadella della Salute di Sannicola servizio antiviolenza

La criminologa Roberta Burzzone (@TM News/Infophoto).

GALLIPOLI - Nella settimana incentrata sulla riflessione e il messaggio universale contro ogni forma di abuso e violenza sulle donne, ma anche sui minori, due appuntamenti di rilievo si concentrano nella città di Gallipoli e nel comune di Sannicola. Un convegno tematico e l’attivazione di un Servizio integrato antiviolenza saranno al centro dell’attenzione nella giornata di domani, 26 novembre, su iniziativa dei due comuni e dell’Ambito sociale di zona di Gallipoli (che annovera anche le realtà comprensoriali di Alezio, Sannicola, Tuglie, Taviano, Racale, Melissano e Alliste).

L’impegno delle istituzioni locali contro la violenza e gli abusi su donne e minori è il tema centrale del convegno che si terrà a partire dalle 18 presso l’ecoresort “Le Sirenè”, organizzato dagli assessorati di riferimento dei comuni di appartenenza all’Ambito sociale di zona di cui Gallipoli è capofila, ed in particolare dall’assessore Ilenia Petrachi di Sannicola e Maria Caiffa responsabile dell’Ufficio di Piano e coordinato dall’assessore Antonella Greco.

Le conclusioni del focus sul tema contro l’abuso e il maltrattamento di donne e minori saranno affidate alla psicologa forense e criminologa Roberta Bruzzone. Nel corso del dibattito si alterneranno una serie di relatori tra cui i due sindaci di Sannicola e Gallipoli e l’assessore ai servizi sociali Petrachi di Sannicola con il coordinamento del vicesindaco di Gallipoli, Antonella Greco. Previsti nel programma anche gli interventi dell’assessore regionale alle Politiche sociali, Elena Gentile e dell’assessore provinciale alle Pari opportunità, Filomena D’Antini. E ancora parleranno Roberto Vergaro, direttore del distretto socio-sanitario, Maria Caiffa, responsabile dell’ufficio di Piano, Alessia Ferreri, consigliera di Parità della Provincia e Antonia Cairo, presidente del centro antiviolenza “Il Melograno”.

L’appuntamento sarà anticipato alle 16 in quel di Sannicola dove il lavoro sinergico e l’azione mirata del Piano di Zona hanno consentito di attivare il nuovo Servizio integrato antiviolenza della Asl presso la “Cittadella della salute” di via Collina. Il taglio del nastro avverrà ad opera del sindaco di Sannicola, Cosimo Piccione e del presidente dell’Ambito sociale e sindaco di Gallipoli, Francesco Errico, oltre al direttore del distretto socio-sanitario Roberto Vergaro. Si tratta di un primo importante passo per offrire sostegno a chi dovesse subire  soprusi e vessazioni.  Le vittime potranno rivolgersi al centro per ricevere ascolto, accoglienza, assistenza legale e psicologica da un'equipe multidisciplinare che prenderà in carico le richieste e le esigenze anche per la eventuale ricerca di un alloggio sicuro e protetto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro violenze su donne e minori. Convegno con criminologa Bruzzone e servizio antisoprusi

LeccePrima è in caricamento