Venerdì, 30 Luglio 2021
Gallipoli

Scoppia la rissa sulla banchina del porto. Denunciate due famiglie di pescatori

L’episodio, nella serata di ieri, nel piazzale del Canneto, a Gallipoli. Sei componenti di due famiglie, tutti uomini, sono rimasti coinvolti in un acceso diverbio sfociato in violenza: la coppia di feriti è stata accompagnata nell’ospedale della cittadina ionica. Sul posto, polizia e carabinieri

Il piazzale del Canneto, a Gallipoli

GALLIPOLI – Nessun amore contrastato all’origine dei dissapori tra due famiglie gallipoline. Se di passione si tratta, è quella per il mare. Stabilire le reciproche “postazioni” per la vendita dei ricci ha fatto scattare la rissa tra sei individui, tutti gallipolini. E’ accaduto intorno alle 20 di ieri sera, sulla banchina del porticiolo del piazzale del Canneto, All’ingresso del centro storico della Città Bella.

La trattativa su dove dovessero essere allestiti banchetti per la vendita dei frutti di mare è degenerata in un acceso diverbi, poi degenerato in rissa. Sono volati dapprima insulti e offese. Po calci e pugni, tanto che due dei sei coinvolti sono stati medicati nel pronto soccorso dell’ospedale “Sacro Cuore di Gesù” della cittadina ionica. Nessuna ferita grave, ne avranno per due e cinque giorni.

A placare gli animi sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato locale, guidato dal vicequestore aggiunto Emilio Pellerano,  e dai carabinieri della compagnia locale, coordinati dal capitano Michele Maselli. Sono stati tutti fermati e invitati a recarsi negli uffici di Corso Roma per le operazioni di identificazione.

Al termine delle versioni raccolte dagli inquirenti, è scattata la denuncia a piede libero per rissa nei confronti dei sei componenti delle due famiglie. Si tratta di un 51enne e di un 53enne, i due padri, e dei rispettivi figli di 37, 31, 29 e 26 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia la rissa sulla banchina del porto. Denunciate due famiglie di pescatori

LeccePrima è in caricamento